Spaghetti ai gamberi di Ustica

June 26, 2018

 

 

Amanti del mare e delle sue profondità unitevi a me. Sto per raccontarvi, non solo uno dei piatti più delicati della cucina di mare del nostro paese, ma anche una delle immersioni più suggestive per chi ama il mare e i suoi abitanti.

In Italia esiste un vero e proprio paradiso per i praticanti delle attività subacquee, ed è Ustica. L'isola è la più antica riserva marina del nostro paese, ogni immersione nelle sue profondità offre al sub emozioni impareggiabili. Qui non è necessari immergersi a profondità proibitive per godere di paesaggi suggestivi e nuotare affianco di esemplari splendidi. Basta indossare una maschera e un boccaglio per sentirsi coinvolti in una esperienza unica, milioni di castagnole e pesci carabinieri si affiancano al diportista per accompagnarlo nelle sua nuotata, molto spesso si uniscono anche le occhiate di dimensioni ragguardevoli, e non vi dico cosa può succedere se in acqua si rompe in riccio, milioni di pesci si danno appuntamento attorno al povero mollusco, per banchettare con il succulento frutto di mare, e chiamali scemi.

L'immersione che vi voglio descrivere è quella della Grotta dei Gamberi, poco fuori di Punta Galera a circa un miglio a sud del porto, ci si immerge ad una profondità di quarantadue metri. L'ingresso della grotta è angusto, e non lascia immaginare quello che nasconde, si entra in fila indiane ed illuminando le pareti rocciose si ammirano milioni di gamberetti e di altri crostacei, pinneggiando si arriva ad una stanza dove il numero dei crostacei aumenta ancora, i gamberi nuotano attorno al sub come fossero incuriositi dalla presenza estranea. Lentamente si risale fino ad un'altra stanza, a circa diciotto metri, anche essa popolata di varie specie di crostacei, i più numerosi sono sempre i gamberetti usticesi. Da qui si guadagna l'uscita della grotta e la superficie, sicuri che questa esperienza rimarrà impressa nella memoria e nel cuore.

Il Gambero si Ustica si chiama parapandalo rosa (Plesionika narval, Fabricius 1787), piccolo e di color rosa è molto apprezzato dagli ospiti dell'isola come pietanza prelibata. In cucina viene utilizzato in mille ricette, ognuna delle quali capace di sprigionare il gusto raffinato del crostaceo, dolce ma deciso, intenso e sapido, versatile a tutti gli utilizzi.

Ma non vi azzardate a trascinarne, anche solo un esemplare fuori dall'acqua, l'arresto è sicuro.

La pesca a questo crostaceo è riservata solo ai professionisti locali autorizzati, che possono esercitare solo nelle zone concesse alla pesca. Il gambero per lo più viene catturato con le nasse, e rivenduto a ristoranti e pescherie come merce di gran pregio.

Il segreto per ottenere il miglior risultato del gambero in pentola e quello di farlo cuocere poco e molto velocemente.

Ma ecco la ricetta per quattro persone.

 

Ingredienti

600 gr. di gamberi

8 pomodori San Marzano

otto cucchiai di olio extra vergine di oliva

uno spicchio di aglio

un ciuffo di prezzemolo

venti foglie di basilico

sale un pizzico

360 gr. di spaghetti

 

Esecuzione

Fate bollire l'acqua, cuocete la pasta, nel frattempo private dei semi e della parte acquosa i pomodori e tagliateli a dadini, immergeteli in un tegame dove avrete fatto scaldare metà dell'olio assieme all'aglio, prima di versare i pomodori estraete l'aglio. Lasciateli cuocere per tre minuti a fuoco alto. in altro tegame fate saltare i gamberi completamente sgusciati e privati della testa, per due o tre minuti. Non gettate via questi scarti, saranno utili per realizzare un ottimo fumetto di crostacei. Scolate la pasta, fatela saltare per un minuto nel tegame dei pomodori, spegnete il fuoco e aggiungete i gamberi, mescolate. Prima di servire guarnite con il prezzemolo tritato e qualche foglia di basilico.

Buon Appetito.

Please reload

Post in evidenza

Spezzatino Funghi e Salvia

February 18, 2020

1/10
Please reload

Post recenti

February 17, 2020

February 14, 2020

Please reload

Archivio