Vino e salumi, gusto e salute!

May 17, 2016

 

 

Appena terminati gli Internazionali di Tennis, ecco arrivare al Tennis Club Parioli, un appuntamento unico: un doppio di gusto dove salumi e vini DOP e IGP hanno dato spettacolo affascinando i presenti con le loro forti personalità.
La degustazione di una selezione di vini e salumi certificati – non rivali divisi da una rete ma protagonisti indiscussi della serata – è stata anche l’occasione per parlare di Sport e Salumi.
La serata si è svolta all’interno del Tennis Club Parioli, luogo storico ed unico per il mondo del tennis, testimone silenzioso di allenamenti e partite giocate dai più celebri tennisti italiani, come Edoardo Mazza, nel 2014 campione del mondo di doppio misto over 45 - tra i graditi ospiti della serata- proprio per sottolineare quanto conti per uno sportivo avere una dieta sana e caratterizzata da un sufficiente apporto energetico e proteico. Con il supporto di Luca Piretta, medico chirurgo e nutrizionista, si è fatta chiarezza sulla salubrità dei salumi italiani: prima di tutto sono rigidamente controllati, devono obbedire ad un disciplinare di produzione, eppoi sono parte della nostra storia e della nostra cultura. Mangiare salumi non fa male, è solo questione di equilibrio...e la nostra dieta mediterranea, assegna ai salumi la frequenza giusta, al contrario di molti paesi nordici.

Una degustazione-dibattito condotta con intelligenza  e spirito da Francesca Barberini, conduttrice, autrice televisiva e foodwriter,  e da Alex Revelli Sorini, "gastrosofo", docente universitario e giornalista,  che ha tracciato un percorso storico dei nostri grandi salumi.  E. dulcis in fundo, i panini del "non chef" de  La Prova del cuoco" Daniele Reponi, che ha proposto , in tema con la location, un incredibile panino "racchetta" e dei panini- palle da tennis squisiti!
 

 

Tanti i salumi in degustazione: Bresaola Della Valtellina IGP, Coppa Piacentina DOP, Mortadella Bologna IGP, Pancetta Piacentina DOP, Prosciutto di Modena DOP, Salame Cacciatore DOP, Salame Piemonte IGP, Salame di Varzi DOP, Salsiccia Di Calabria DOP, Soppressata Di Calabria DOP, Speck Alto Adige IGP. I vini  presentati da Federdoc in questa occasione, sono dei grandi classici che tutto il mondo ci invidia: il Chianti Classico, uno dei vini più esportati al mondo e il Prosecco Conegliano Valdobbiadene ( che lo scorso anno ha superato nelle esportazioni perfino lo champagne!)

 

 

.Qualche parola su SalumiAmo con Bacco in tour, promotore della serata:
"Quando i grandi salumi incontrano i grandi vini, nascono aperitivi indimenticabili". Con questa idea nel 2014 nasce SalumiAmo con Bacco in tour, un'iniziativa che rientra nella campagna europea TOP of the DOP, promossa dall’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani – IVSI e da Federdoc - Confederazione nazionale dei Consorzi volontari per la tutela delle denominazioni dei vini italiani.

 

Il programma TOP of the DOP è arrivato alla terza e ultima annualità, beneficiando di contributi dell’Unione Europea e dello Stato italiano – budget complessivo 1.650.000 € - e ha avuto in questi anni l’obiettivo di valorizzare e promuovere i salumi e i vini a denominazione d’origine in Italia, Germania e Regno Unito. 
In Italia, il tour di SalumiAmo con Bacco ha toccato Milano, Modena, Lecce, Roma, Torino e si concluderà a Catania. Nel Regno Unito è stato tre volte a Londra; in Germania, una volta a Monaco e due a Düsseldorf. Oltre agli eventi di degustazione, sono parte del progetto anche una serie di seminari di degustazione – organizzati in diverse città nei Paesi oggetto dell’iniziativa - che mirano ad evidenziare le peculiarità organolettiche di vini e salumi, il loro rapporto con il territorio e la tradizione secolare che ha consentito di far arrivare fino a noi i processi produttivi originari, praticamente immutati nel tempo. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Progetto www.topofthedop.it.


IVSI - Istituto Valorizzazione Salumi Italiani - opera dal 1985 con lo scopo di favorire la conoscenza dei salumi tipici e di diffondere una corretta informazione sui valori nutrizionali e sugli aspetti culturali, produttivi e gastronomici di questi prodotti. Sul territorio nazionale l’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani ha promosso pubblicazioni editoriali, ricerche di mercato, indagini scientifiche ed altre iniziative ed eventi rivolti ai mass media, opinion leader, comunità scientifica e al vasto pubblico dei consumatori. All’estero sono stati realizzati programmi di promozione dei salumi in Francia, Germania, Belgio, Svezia, Finlandia, Russia, Brasile, Canada, Stati Uniti, Corea del Sud, Giappone ed Hong Kong.

 

FEDERDOC è la Confederazione Nazionale dei Consorzi Volontari per la Tutela delle Denominazioni dei Vini Italiani. Costituita nel 1979, è l'organismo che rappresenta oltre il 70% della produzione vitivinicola italiana: sono 80 i Consorzi di Tutela che aderiscono a Federdoc.  Ogni giorno Federdoc li rappresenta e li supporta a livello istituzionale, giuridico e legislativo.  Durante tutto l’anno promuove le denominazioni tutelate con campagne di informazione e valorizzazione, in Italia e nel Mondo.

I 6 panini realizzati dallo chef hanno come protagonisti la Bresaola della Valtellina IGP, la Mortadella Bologna IGP, la Pancetta Piacentina DOP, il Prosciutto di Modena DOP, il Salame Cacciatore DOP
Roma 16 maggio 2016 - Prendiamo i Salumi DOP e IGP, il pane “firmato” Roscioli – storico forno romano, altre prelibate eccellenze gastronomiche e immaginiamo di coniugare il tutto con lo sport del tennis. Una sfida impossibile? Non per l’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani che con l’aiuto di Daniele Reponi  ha presentato il panino del tennista.

 

Grande successo hanno riscosso i panini creativi del "non chef":  si è cimentato- come si è detto-   con uno spettacolare “panino del tennista”, ovvero più di un metro di pane a forma di racchetta e farcito di IGP, mandorle tostate, comtè (formaggio francese), cardamomo, peperoncino e fettine sottili di banana, frutto simbolo del tennista Doc, in quanto ricco di potassio.  Accostamenti che sembrano azzardati ma che sono stati una vera scoperta per chi scrive!. 
Materie prime di massimo pregio – frutto del controllo dei più rigidi disciplinari – hanno trovato risalto e carattere se racchiuse in centinaia di piccoli panini rotondi a forma di palline da tennis...
Un menù street food in cui la salumeria italiana certificata abbinata a ingredienti squisiti e di stagione è stata valorizzata e gustata da tutti i presenti. Vari sono stati i panini pensati ( e offerti) da Reponi: in ricordo della sua città ha proposto un panino con Prosciutto di Modena DOP abbinato a ciliegia fresca, stracchino e nocciole tritate; sempre fedeli alla geografia emiliana, è stata la volta della Pancetta Piacentina DOP, con mozzarella di bufala, tamarindo e pinoli e con la stessa passione ha realizzato anche una pallina da tennis ripiena di Mortadella Bologna IGP, scamorza affumicata e carpaccio di zucchine crude condite. Per chi si prepara alla prova costume senza però rinunciare al gusto, ecco una ricetta a base di Bresaola della Valtellina IGP unita a caprino fresco, fragole, rucola e aceto balsamico. Non poteva mancare poi un classico come il Salame Cacciatore DOP, amato da grandi e piccini e stavolta accostato magistralmente al gusto deciso e piccante del Kren, al tradizionale parmigiano fresco, alle zucchine alla scapece, piatto tipico del DNA napoletano, il tutto condito da sfiziose e croccanti patatine chips. 
 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

Spezzatino Funghi e Salvia

February 18, 2020

1/10
Please reload

Post recenti

February 17, 2020

February 14, 2020

Please reload

Archivio