Velavevodetto ai Quiriti

September 1, 2016

 

Nel quartiere Prati di Roma, più esattamente in Piazza dei Quiriti, opera da qualche tempo il ristorante Velavevodetto ai Quiriti. Gemmazione del già noto Flavio al Velavevodetto di Testaccio, nato da un'idea di Flavio de Maio, chef e patron del locale di Testaccio.

 

 

Entrambi i ristoranti propongono una cucina della tradizione romana, ai Quiriti i fornelli sono governati da Loredana Santarelli, chef giovane e capace, disposta a un gradevole confronto con gli ospiti a fine pasto, che ben sa raccontare le virtù della sua cucina e la storia dei prodotti selezionati.

Ai Quiriti, come a Testaccio, la semplicità delle intenzioni è ben esplicitata, come si evince anche dal sottotitolo del locale: osteria con cucina. Una intenzione rispettata a pieno dal menù. La cucina si attiene ad una filosofia di semplicità e genuinità. I prodotti provengono da orti e allevamenti naturali, capaci di riportare alla memoria sapori antichi.

 

Forse anche con coraggio, Loredana offre un menù che ripropone sapori spesso dimenticati da colleghi troppo presi dal tentativo di scimmiottare i grandi interpreti dell'alta cucina italiana. Non parlo solo di classici come: gricia, carbonara e amatriciana ma anche di polpette di bollito o di pollo con i peperoni; quei piatti tanto cari ai veri romani, che ormai sono troppo spesso dimenticati dalla ristorazione capitolina. L'esperienza della Gola e il Cucchiaio si è sviluppata attraverso un percorso di varie portate, tutte di buona soddisfazione. Dai fritti: filetti di baccalà, piccoli e delicati dove spicca il tenero approccio con il gusto essenziale del Baccalà; al classico alici e calamari, croccante e fragrante; tutti serviti alla temperatura perfetta. I primi, oltre ai classici, sono tutti capaci di restituire i sapori originali dei prodotti utilizzati senza creare quelle fastidiose esagerazioni che troppo spesso troviamo nei piatti dei ristoranti di medio livello. I grandi classici sono proposti nel pieno rispetto della tradizione esempio ne è la trippa alla romana. L'ambiente è accogliente, alcuni tavoli sono allestiti come piccoli salotti con sedie e divani imbottiti, lasciando all'ospite la comodità di intrattenersi dopo il pasto. Il servizio è attento e veloce, le attese sono giuste dettate dai tempi della cucina e non esagerate. La cantina offre una variegata selezione di etichette, tra queste anche molte rappresentanze di vini naturali. 

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

Crespelle ai carciofi

November 14, 2019

1/10
Please reload

Post recenti

November 14, 2019

November 12, 2019

November 8, 2019

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca