La Trota di Rivodutri

October 24, 2016

 

Rivodutri è un piccolo borgo alle porte di Rieti; qui, sulle sponde del fiume, troviamo il ristorante La Trota, fondato circa alla metà del secolo scorso da Rolanda ed Emilio Serva. Allora era una semplice trattoria di campagna dove l'avventore trovava una cucina fatta di paste tirate a mano, i sughi cotti sul fuoco del camino, e la brace ospitava trote del fiume e agnelli indigeni. Oggi Sandro e Maurizio, figli dei Serva, continuano la tradizione di famiglia. La vecchia trattoria è diventata un ristorante, raffinato ed elegante, ma lineare con uno stile semplice, ambiente accogliente e riposante, i toni del bianco delle pareti fanno da cornice alle finestre, che si affacciano sul suggestivo verde del Parco Dei Laghi.

 Siamo in Sabina, terra di antiche tradizioni gastronomiche, dove il verde e le coltivazioni hanno un'importanza fondamentale. Qui i sapori originali sono una regola sempre osservata, per questo La Trota è uno dei pochi ristoranti italiani in cui il pesce di acqua dolce rimane uno degli elementi portanti della cucina, che vanno ad affiancarsi con la produzione orticola della zona. Elementi interpretati da Sandro Serva in modo moderno, senza  mai tradire le proprie origini: ricerca dei migliori prodotti, tradizione, territorio, sono le basi di una cucina che rielabora e concentra sapori sedimentati nella memoria. Giocando sulle consistenze e le temperature con occhio attento alla leggerezza delle preparazioni. Un'alchimia riuscita tra i sapori delle erbe e dei prodotti, capace di stimolare emozioni suggestive al palato dell'ospite. Preparazioni presentate elegantemente, ogni piatto che arriva in tavola è una tavolozza in cui si ritrovano gusto, natura e colori.

Spesso si rimprovera alla ristorazione italiana l'incapacità di trasmettere le emozione dei cibi proposti, non è questo il caso. Sandro Serva è il cerimoniere di casa, capace di una accoglienza spontanea, mai invadente, sempre attenta ad ogni minimo dettaglio, capace di trasmettere in sala la passione e la filosofia sua e di suo fratello. 

Maurizio è anche il custode della cantina, che ospita quasi un migliaio di etichette, e una collezione di rarità importati, assieme anche a piccole ed interessanti novità. Una cantina che ospita sia referenze italiane che francesi, che offre all'ospite un panorama ampio delle migliori produzioni. Il percorso gastronomico che si intraprende alla Trota è sicuramente ricco di suggestioni, che possono approfondire le conoscenze e la cultura dell'ospite, sia esso gourmet o semplice appassionato. 

 

Ho conosciuto La Trota una decina di anni fa, un locale accogliente immerso nel verde di una riserva naturale, sulle sponde di un fiume, nel quale ancora oggi si possono vedere le trote che brucano sul fondo. A colpirmi fu la cordialità di Maurizio e Sandro, due uomini sensibili. La mia impressione iniziale si è confermata con il proseguire degli anni, tanto che oggi dopo il terremoto di Amatrice, si sono fatti promotori di iniziative encomiabile per la raccolta di fondi a favore delle popolazioni colpite dalla catastrofe.

Please reload

Post in evidenza

Babà rustico!

April 8, 2020

1/10
Please reload

Post recenti

April 8, 2020

Please reload

Archivio