maccheroncini con cicorietta selvatica pomodorini e cacioricotta_

 

La tradizione contadina ha arricchito notevolmente i ricettari moderni della cucina italiana, Insisto nel affermare che il nostro paese è cresciuto grazie ad una economia contadina.

In epoche passate la nostra ricchezza era di pochi, alcune famiglie raccoglievano la grande massa di denaro lasciando agli altri poco e niente, a questo si aggiunge che l'incremento demografico era prevalentemente ad appannaggio delle classi meno abbienti, chi si occupava della cucina, allora erano le madri, dovevano sfamare quotidianamente numerose bocche, la loro esigenza era di non spendere quel denaro che non avevano, per questo si ingegnarono nell'uso dei prodotti spontanei e selvatici, e per variare sapori si ingegnarono ad inventare combinazioni e abbinamenti che con l'andare del tempo hanno costituito lo zoccolo duro della cucina italiana.

L'esempio di quanto fin'ora affermato lo possiamo verificare nella ricetta qui proposta, Probabilmente frutto della fantasia di qualche contadina del sud che ha combinato frutti dell'orto, erbe selvatiche e il cacio che rimaneva in casa dopo la vendita dei formaggi più preziosi.

Questa la mia versione moderna.

 

Ingredienti per quattro dei maccheroncini con cicorietta selvatica e pomodorini e cacioricotta.

 

360 gr. di maccheroncini, 

400 gr. di pomodorini

350 gr. di cicorietta selvatica

120 gr. di cacioricotta

2 spicchi di aglio sale 

1 peperoncino

8 cucchiai di olio evo

 

Procedimento per maccheroncini con cicorietta selvatica e pomodorini e cacioricotta.

 

Il mio consiglio è di raccogliere personalmente le erbe selvatiche, magari durante una salutare passeggiata in campagna, questo potrebbe rendere un ricco bottino di verdure spontanee diverse. Mi rendo conto che per molti di noi questo è un sogno, che quindi siamo costretti a rivolgerci al verduraio favorito. Pulire bene le verdure: privandole delle radici e delle foglie ingiallite, lasciarle a bagno una mezz'ora in acqua con un cucchiaio di bicarbonato. Trascorso il tempo necessario sciacquare bene le verdure, versarle in un tegame dove metà dell'olio sara caldo e aromatizzato con 1 spicchio di aglio da eliminare, saltare le verdure per circa quattro minuti,  appena pronte toglierle dalla padella e metterle da parte. Nello stesso tegame far soffriggere nell'olio rimasto l'altro spicchio di aglio, saltare nell'olio dopo aver eliminato l'aglio, i pomodorini privati della pelle e divisi in due. Per eliminare la pelle dei pomodori basta sbollentarli velocemente in acqua bollente, una volta raffreddati i pomodorini sarà facile eliminare la pelle. anche con le mani. Cuocere la pasta e scolarla ad dente, conservando un mestolo di acqua di cottura, Aggiungere nel tegame la cicorietta ai pomodorini, saltare la pasta nel tegame aggiungendo anche il mestolo di acqua, portare a cottura definitiva la pasta e servire condendo la pasta con una generosa dose di cacioricotta o pecorino stagionato, grattugiato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

Risotto alla pescatora

May 29, 2020

1/10
Please reload

Post recenti

May 27, 2020

Please reload

Archivio