Una quiche ai carciofi e pancetta


Ovviamente si tratta di una mia personalissima versione, ma vi posso assicurare che è molto saporita. Non ho neanche provato a fare la pasta brisée, l'ho acquistata bella e fatta al supermercato....E in casa non avevo i legumi secchi da posizionare sulla sfoglia nel forno per evitare che cresca troppo.....avere i legumi secchi in casa è il primo passo indispensabile per realizzare la ricetta!

INGREDIENTI PER UNA TEGLIA DI 31 CM PER 23 CM 1 disco di pasta brisée 250 grammi di panna fresca 50 grammi di prosciutto cotto 2 carciofi romaneschi 1 uovo intero 60 grammi di parmigiano reggiano grattugiato sale pepe bianco Per cuocere la base in forno: legumi secchi!

Procedimento: prima di tutto accendo il forno a 180 gradi, poi passo a pulire i due carciofi, tagliandoli a fettine sottili ed anche i gambi, e verso tutto in acqua acidulata con limone per evitare che si anneriscano. Non vanno tenuti tanto a lungo, in caso contrario il limone ucciderebbe il sapore del carciofo...giusto il tempo di preparare il resto. Su una teglia quadrata dispongo un foglio di carta forno e sopra il disco di pasta brisée. Taglio le lunette in eccesso e con queste completo il bordo tutto intorno. Essendo sprovvista di legumi, sono ricorsa alle patate! Ho posizionato sopra la pasta brisée un foglio di alluminio e sopra le patate tagliate a metà ( che dovrò usare oggi stesso): la base della quiche deve stare in forno a 180 gradi almeno 20 minuti ( c'è chi dice 15 ma con il mio forno non bastano). Intanto preparo il composto per condire i carciofi: verso in un recipiente un uovo intero, una piccola presa di sale, il pepe bianco e inizio a mescolare con la frusta. Poi aggiungo a filo la panna fresca (che non deve essere fredda), sempre continuando a mescolare con la frusta. A questo punto verso, poco alla volta, il parmigiano grattugiato, e mescolo con energia. Metto da parte. Taglio il prosciutto cotto ( ma si può usare anche lo speck o, per un sapore più contadino, il guanciale) a pezzetti piccolissimi e li verso in un padellino con olio molto caldo per rosolarli. In un'altra padella con olio molto caldo verso i carciofi scolati per bene: carciofi e prosciutto andranno saltati finché non sono appena dorati, poi vanno scolati e posti ad asciugare dell'olio in eccesso su carta assorbente da cucina. Tiro fuori dal forno la teglia, tolgo le famigerate patate ed il foglio di alluminio: la pasta brisée deve essere completamente asciutta, ma non completamente cotta. Vi verso sopra prima i carciofi, poi il prosciutto, distribuendo uniformemente gli ingredienti. Solo a questo punto verso sui carciofi il composto di panna, uovo e parmigiano. Inforno a 200 gradi per 20 minuti: dapprima cuocendo la base di pasta brisée, quindi con calore dal basso, poi uniforme ed infine, per dorare la superficie, con calore dall'alto. Tiro fuori dal forno e posiziono ( grazie alla carta forno) su piatto da portata...sì lo so, ci sono teglie carine, antiaderenti, con i bordi zigrinati che producono un simpatico disegno a coroncina...ma io ne sono sprovvista. Però garantisco la bontà. Parola d'ordine: legumi secchi sempre in casa

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2016 by Claudio Lavacca