Il Vecio Fritolin...tutto nuovo!


Raramente un ristorante si identifica con la personalità del proprietario, come nel caso del "Vecio Fritolin" di Venezia. La figura carismatica di Irina Freguia è l'immagine stessa del ristorante: cordialità, simpatia e perfetta competenza sono le doti della gentile signora, che ha saputo trasferire alla gestione del ristorante. Il Vecio Fritolin, rappresenta per l' enogastronomia veneziana, ma forse anche italiana, un punto di riferimento , un locale che si distingue in una ristorazione che troppo spesso patisce le umiliazioni di una cucina votata alla massificazione turistica, come troppo spesso accade nelle città d'arte italiane. Il locale, che esiste dal 1700, quando era una delle tante botteghe in cui era possibile acquistare il pesce appena fritto, è oggi rappresentante di una cucina di alta qualità, che affonda le proprie radici nella tradizione, ma che sa cogliere l'essenza stessa delle ricette per esaltarle in interpretazioni moderne. Una cucina che si avvale di prodotti di altissima qualità trasformati in interpretazioni moderne, filosofia che Irina da anni persevera con la sua passione.

Il Vecio Fritolin oggi si ripropone al suo pubblico in un restyling affascinante, che tuttavia non perde d'occhio la vera natura della filosofia di Irina.

“La cucina – racconta Irina – riprenderà con vigore un pensiero strettamente veneziano e territoriale, con eccellenti materie prime locali, della Laguna e del vicino Mercato di Rialto, interpretate nel rispetto della tradizione ma con una moderna e auspicata leggerezza”.

Per garantire coerenza e qualità al nuovo approccio, Irina Freguia ha scelto la figura di Pierluigi Lovisa, al quale è affidata oggi la consulenza del menu del ristorante. Lovisa vanta una lunga esperienza in cucina e una conoscenza capillare del territorio e delle sue ricchezze. Al Vecio Fritolin avrà in compito di studiare il menu e guidare uno staff di cucina che rappresenta una garanzia di continuità con il corso precedente.

Il nuovo menu sarà disponibile dai prossimi giorni e includerà i grandi classici della tradizione veneziana come il Baccalà mantecato, le sarde in saor, i “cicchetti”, e il fritto di pesce. Tutti piatti riconoscibili nel gusto e realizzati con gli ingredienti migliori a disposizione, ma rivisti nella presentazione e in parte negli abbinamenti. Ad esempio il baccalà si completa con un tuille al nero di seppia, o le sarde trovano un perfetto bilanciamento grazie al saor di fragole e prosecco.

Ad imprimere a fuoco la nuova filosofia gastronomica contribuirà anche il nuovo logo del ristorante, che accanto alla doverosa citazione storica “dal 1749”, anno di apertura del Fritolin, abbina la descrizione di “cucina veneziana contemporanea”.

L'aggettivo non deve spaventare, richiama solamente l'attenzione sulla cura che Irina e lo staff dedicheranno alla leggerezza del piatto, ben diversa dalla tradizione, oltre ovviamente alla presentazione. All'assaggio invece spazio ai sapori rassicuranti di una cucina veneziana che, a ragione, non si rispecchia nella moda dilagante dei bacari di mediocre qualità, ma esige rispetto per una tradizione e una storia pluricentenaria.

Sicuramente nella nuova veste il Vecio Fritolin, sarà in grado di lasciare nella memoria dei suoi ospiti il ricordo di un piatto o di un sapore pari alla monumentale bellezza della città.



Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca