Le polpettine al vino


Le polpette sono uno dei simboli più rappresentativi dell'enogastronomia italiana, di qualsivoglia formato o di qualsiasi ingrediente, si presentano in tavola sempre riscuotendo un gran successo presso i commensali. La ricetta che vado a proporre è quella di polpettine di vitellone, per realizzarle ho scelto della carne meravigliosa: la Chianina. Questa razza è una delle autoctone italiane, che assieme alla Marchigiana e alla Romagnola sono comprese nel disciplinare del Consorzio di Tutela del Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale, che appunto tutela e disciplina l'allevamento, la macellazione e la vendita di queste razze. La loro particolarità sta nel fatto che non possono essere allevate in altro modo che non allo stato semi brado, infatti trascorrono gran parte dell'anno nei pascoli di collina. Le loro carni risultano ottime al gusto e sono ricercatissime per la preparazione delle bistecche alla fiorentina, ma anche gli altri tagli sono apprezzatissimi per qualsiasi preparazione.

Ma ecco la mia ricetta


Ingredienti per quattro per Le polpettine al vino


600 gr. di macinato di vitellone bianco

due uova

60 gr. di parmigiano

due fette di mollica di pane

mezzo bicchiere di patte

un bicchiere di vino bianco

un rametto di maggiorana

sale, pepe e noce moscata

8 cucchiai di olio extra vergine

150 gr. di farina

un rametto di salvia.


Preparazione per Le polpettine al vino


In una terrina disponete la carne, alla quale aggiungete le uova il pane bagnato nel latte e poi strizzato. Dopo aver mescolato un poco aggiungete il parmigiano grattato,, le foglie di maggiorana e un pizzico di noce moscata grattugiata, mescolate ancora, fino ad ottenere un composto omogeneo. Con i palmi delle mani realizzate delle palline di carne del diametro di circa un centimetro, e passatele nella farina, avendo cura che tutte le palline siano ben infarinate. In un tegame scaldate l'olio, quando sarà caldo versate le palline di carne e fatele rosolare, di tanto in tanto saltatele nella padella, si cuoceranno in tutte le parti senza che si rovinino a contatto con un cucchiaio. Appena la carne sarà rosolate aggiungete il vino, proseguite la cottura a fuoco vivace per un minuto, poi abbassate il fuoco e coprite il tegame, lasciate cuocere per altri dieci minuti a fuoco basso. A cottura ultimata servite guarnendo il piatto con qualche foglia di salvia.


Per godere appieno il gusto della Chianina vedi anche l'articolo In Viaggio per la Chianina

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2016 by Claudio Lavacca