Aringhe affumicate sott'olio

L'aringa, come il baccalà, una volta era il pesce consumato dalle fasce più povere della popolazione. Oggi è, come spesso accade, una prelibatezza adatta ad essere consumata con ottimo pane e burro come antipasto, o come secondo piatto, o ancora come ingrediente per un'ottima pasta.


Ingredienti per le Aringhe affumicate sott'olio:


4 filetti di aringhe da acquistare sottovuoto

2 spicchi d'aglio

2 peperoncini

olio evo quanto basta per la conserva


Preparazione per le Aringhe affumicate sott'olio:

Io preferisco le aringhe affumicate ancora da spellare a quelle confezionate sottovuoto, ma sono difficili da trovare...Comunque sia una volta spellate le aringhe, o aperto il sottovuoto, immergere il pesce in una tazza di latte, lasciare riposare per una notte. Le aringhe perderanno una parte dell'affumicato risultando più delicate. Il mattino successivo lavare le aringhe e tagliatele alla julienne.

Sempre al mattino sbucciare l'aglio e tagliarlo a fettine sottili. Stesso procedimento per i peperoncini. In una vaschetta o in un barattolo adagiare uno strato di filetti e condire con olio extra vergine di oliva, alcune fettine di aglio e qualche rondella di peperoncino. Continuare a sovrapporre strati di filetti uno sull'altro facendo attenzione che in superficie le aringhe rimangano bene sott'olio. Coprite il barattolo e la sera avrete ottenuto un meraviglioso composto da servire come antipasto ma anche come secondo. Consiglio vivamente di consumare il sott'olio casalingo entro le 24 ore anche se il pesce è affumicato. Non si scherza con le conserve.



Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca