La Fantoccia dell'Epifania

January 5, 2019

 La fantoccia dell'Epifania

 

La Fantoccia e il Cavallino sono due pupazzi di pasta frolla tradizionalmente  preparati per i bambini in Valdarno in occasione dell'Epifania. La Fantoccia è dedicata alle bambine e il cavallino ai maschietti.  La foto che vedete è tratta dal nostro documentario sul Pratomagno, recentemente andato in onda su Geo, Raitre.

 

Ingredienti per una Fantoccia:

 

200 g di farina 00

50 grammi di farina di castagne

1 uovo

130 g di burro

130 g di zucchero

1 bustina di lievito

un bicchierino di vinsanto

scorza di arancia

decorazioni miste

1 pizzico di sale

 

 

Preparazione:

Accendere il forno a 180 gradi.

La premessa è che in questa ricetta la cuoca Patrizia ha aggiunto un bicchierino di Vinsanto ed una piccola dose di farina di castagne, che dà al dolce un aspetto più brunito e un sapore particolare. Le castagne sono una preziosa risorsa del Pratomagno...

Versare le due farine in una ciotola cui si aggiungono  il burro fuso ( ma non bollente) , lo zucchero, l'uovo, il pizzico di sale, la scorza di arancia, il lievito e infine il vinsanto. Amalgamare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. lasciar riposare per almeno 30 minuti.  
Riprendere la pasta e stenderla fino ad ottenere un disco di 2 centimetri. Aiutandosi con una sagoma di cartone, tagliare la frolla, dandogli la forma di una fantoccia (vedi foto).
Disporvi sopra i confetti colorati, le perline o altra decorazione edibile a vostro piacere, in modo da creare gli occhi, la bocca e gli ornamenti della gonna!

Infornare nel forno caldo e far cuocere per 15/ 20 minuti circa...e Buona Epifania!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Post in evidenza

Baccalà mediterraneo

September 19, 2020

1/10
Please reload

Post recenti

September 19, 2020

September 17, 2020

September 17, 2020

September 16, 2020

September 14, 2020

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca