Pollo in crema di peperoni



Il cinema italiano della metà del novecento ha abbondantemente saccheggiato la cultura romanesca; comici che usando le espressioni dialettali sono diventati famosi, sceneggiatori che nei loro soggetti hanno riproposto scene di vita quotidiana riproposte in modo ironico.


Tra le tante immagini di una romanità un po grottesca, popolare e forse talvolta volgare sono da considerare i momenti dove si consumano i pasti. Molti registi a questo proposito hanno utilizzato un piatto tradizionale della cucina romana: il pollo con i peperoni. Si trattasse di scene ambientate in spiaggia nella giornata di ferragosto o della gita fuori porta di pasquetta, era inevitabile vedere un personaggio che mangiasse un pezzo di pollo con le mani e poi che si leccasse le dita con soddisfazione. Mi è capitato di vedere la stessa scena allo stadio, in curva quando si entrava molto prima dell'inizio della partita per assicurarsi i posti migliori, in quelle occasioni tutti i cibi era ben accetti, dal rozzo panino con la frittata, al raffinato tramezzino di Vanni. Ma c'era anche chi non rinunciava al pranzo della domenica portandosi dietro o la lasagna o,appunto, il pollo con i peperoni. Oggi propongo una versione leggermente aggraziata nei confronti della tradizionale ma la nella sostanza dello stesso intenso gusto romanesco.


Ingredienti per quattro per il Pollo in crema di peperoni:


1 pollo

6 peperoni (inevitabilmente gialli e rossi)

1 cipolla

2 spicchi di aglio

1/2 bicchiere di vino

4 cucchiai di olio evo

qualche foglia di basilico

sale e pepe


Preparazione per il Pollo in crema di peperoni:


Lavare i peperoni e tagliarli a piccoli pezzi, farli cuocere in un tegame a fuoco moderato e coperto con la cipolla, lasciarli cuocere per circa venti minuti, avendo cura di girarli di tanto in tanto. Quando i peperoni sono cotti farli raffreddare leggermente e poi frullarli, ottenendo una crema morbida.

Preparare il pollo: prima di tutto passarlo sulla fiamma per eliminare i residui di piume eventualmente rimasti sulla pelle, poi spezzarlo in piccoli pezzi. Mettere sul fuoco un tegame con due spicchi di aglio e pochissimo olio, far imbiondire l'aglio ed eliminarlo, far rosolare il pollo e poi irrorarlo con il vino, una volta consumato l'alcol salare e pepare, coprire il tegame e continuare la cottura a fuoco basso per circa trenta minuti. Servire da distribuire sul fondo del piatto e adagiarvi il pollo.


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2016 by Claudio Lavacca