Baccalà fritto con lampascioni e uvetta



Questa ricetta di chiara matrice pugliese è ispirata ad un piatto magistrale che fa parte del menu della Masseria Il Frantoio di Ostuni. Come si sa i lampascioni- sorta di piccole cipolle dal gusto amaro- vengono coltivati prevalentemente, se non esclusivamente in Puglia, ma non è difficile trovarne anche in alcuni supermercati...


Ingredienti per persone per il Fritto di baccalà con uvetta e lampascioni


300 grammi di baccalà dissalato

16 lampascioni

farina 0

una manciata di uvetta ammollata in acqua tiepida

zest di arance

miele d'arance

Olio evo

sale


Procedimento per il Fritto di baccalà con uvetta e lampascioni:


Pulire e lavare i lampascioni ( al supermercato li trovate già puliti) e sbollentarli per 5 minuti.

Tagliare il baccalà a cubetti grossolani, versarli su un piatto e spargervi sopra parte dell'uvetta, in modo che aderisca al pesce.

Scolare i lampascioni, lasciarli raffreddare e poi praticare delle incisioni a stella sulla punta e cospargerli di poche gocce di miele. E' necessario un coltellino affilato, perché i lampascioni sono molto duri.

Passare in farina i lampascioni e poi il baccalà con l'uvetta.

In un tegame con abbondante olio far friggere i lampascioni, che si apriranno a fiore, e scolarli bene, poggiandoli su carta assorbente.

Ripetere l'operazione di frittura con il baccalà, da scolare ben dorato.

Disporre il fritto su un piatto da portata, guarnendolo con zest di arance e uvetta.

Vi assicuro che l'equilibrio dei sapori è splendido!

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca