Bavette alle erbe e pancetta


Chi abbia inventato la pasta secca non è certo; una teoria asserisce she provenga dall'oriente estremo, un'altra invece sostiene che sia stata inventata dagli arabi.

Chiunque l'abbia inventata non importa, quel che è importante è la motivazione: era necessario che si potesse conservare a lungo, in modo particolare durante i lunghi viaggi dei mercanti. I vari formati si sono affermati nei secoli, così come i condimenti. Mentre il sistema di cottura è sempre quello.

La grande diffusine della pasta secca in Italia si ebbe già nel medio evo, a tale proposito esistono documenti che già nel trecento la vendita della pasta secca fosse attiva. Il successo di questo prodotto probabilmente è da attribuirsi alle repubbliche marinare. Mentre il condimento ha seguito le mode e i bisogni sviluppati nelle varie epoche, ma anche, sopra tutto alle tasche del cuoco; salse ricche di carni erano abbordabili solo per le classi più ricche, mentre gli altri dovevano inventarsi sempre sughi a base di ingredienti poveri. Un classico esempio sono queste bavette.

La salsa proposta come condimento è sicuramente antecedente alla scoperta dell'America e del pomodoro. Ricordiamo che quest'ortaggio entrò in cucina molto tardi, per lungo tempo è stato considerato una pianta ornamentale.


Ingredienti delle bavette alle erbe e pancetta per quattro


360 gr. di bavette

120 gr. di pancetta

1 spicchio di aglio

2 ramoscelli di rosmarino

2 rametti di maggiorana

2 rametti di origano

2 rametti timo

4 bacche di ginepro (a piacere)

sale e pepe in grani


Procedimento per le bavette alle erbe e pancetta per quattro

Tagliare a dadini la pancetta e farla rosolare, assieme all'aglio in un tegame senza aggiungere olio, è sufficiente il suo grasso sprigionato nel tegame, fare attenzione a lasciarla abbastanza morbida. Aggiungere nel tegame le erbe aromatiche e qualche grano di pepe, così sprigionerà tutta la sua fragranza. Aggiustare di sale e far cuocere tre o quattro minuti. mentre si cuoce la pasta mettere da parte una tazza di acqua di cottura, nel caso servisse durante la mantecatura. Scolare la pasta senza farla asciugare troppo, versarla nel tegame della salsa e mantecare, lasciare la pasta sempre umida, servire calda.




Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca