Orzo perlato con funghi, alici e pomodorini




La più antica forma vegetale piantata dall’uomo risale a circa diecimila anni fa, e sembrerebbe sia stata l’orzo. Le grandi civiltà antiche conoscevano bene la coltivazione di questa pianta; poteva crescere a quasi tutte le latitudini, si conservava a lungo, era facilmente trasportabile e nutriente. I Greci e Romani si alimentavano prevalentemente d’orzo (pane e zuppe), e ancora nel I° sec. Plinio il Vecchio poteva raccontare che nelle città greche i gladiatori erano alimentati con l’orzo. Successivamente questo cereale dall’alto potere nutritivo perse la sua centralità alimentare per l’affermarsi del frumento, più adatto alla panificazione (maggior contenuto di glutine) e più digeribile. Oggi il principale utilizzo di questo cereale prevede la sua trasformazione in Malto, ingrediente necessario per preparare birra e whisky. Con il cosiddetto orzo perlato, che ha granelli lavorati bianchi e tondeggianti, si fanno minestre e zuppe, mentre l’orzo definito “mondo” è più adatto a preparare un surrogato del caffè. Negli anni con il benessere che cresceva, l'utilizzo del cereale venne sempre più abbandonato, solo nell'ultimo decenni i consumatori sono tornati ad avvicinarsi all'orzo, oggi viene impiegato sia in inverno che in estate, in inverno accompagnato a vari ingredienti è la base ideale per zuppe e minestre, mentre in estate è ottimo come elemento consistente di insalate o contorni, ma anche come piatto unico.

.

Ingredienti per 4 persone per l'Orzo perlato con funghi, alici e pomodorini


300 g. di orzo perlato

40 alici fresche

300 g. di funghi champignon

3 pomodori rossi da sugo

1 peperoncino

1 spicchio di aglio

1/3 di di bicchiere di olio evo

sale

prezzemolo.


Preparazione per l'Orzo perlato con funghi, alici e pomodorini


Deliscare le alici e lavarle bene, tagliare i funghi a fettine. Sbollentare i pomodori, poi spellarli e privarli dei semi, tagliarli a dadini.

Far bollire l'orzo per almeno trenta minuti in acqua salate. In una padella versare un terzo di olio assieme all'aglio e al peperoncino, appena sarà caldo eliminare l'aglio e versare i funghi, farli saltare per quattro o cinque minuti e toglierli dal fuoco e aggiungere un pizzico di sale, nella stessa padella con un altro terzo di olio cuocere le alici, a cottura avvenuta scolarle e metterle da parte, lasciando nella padella una decina di acciughe e tutto il loro sugo.

A parte, in altro tegamino saltare la concassée di pomodoro nel resto dell'olio, a fine cottura aggiungere un pizzico di sale. Scolare l'orzo e versarlo nella padella delle alici, aggiungere la metà dei pomodori con il loro olio, e anche la metà dei funghi sempre con il loro olio. Far saltare il tutto per due o tre minuti, facendo attenzione a non far scuocere l'orzo. Versare nel piatto di portata e guarnire con il resto dei funghi e delle alici e ovviamente dei dadini di pomodoro.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2016 by Claudio Lavacca