top of page

Vinchio Vaglio: la vendemmia anticipata del 2023, la nuova 'normalità'



Se la vendemmia si esaurisce in poche settimane, in pochi giorni e in poche ore, la verità è che si tratta del frutto di un lavoro che dura tutto l’anno. Per questo motivo, per rispondere alla domanda “com’è andata la vendemmia del 2023?” è importante fare un passo indietro. 

L’andamento climatico del 2023 segue a due annate decisamente siccitose e si è caratterizzato per una primavera con scarse precipitazioni, un inizio di estate sorprendentemente più fresco rispetto agli ultimi anni, ma soprattutto un caldo estremo nel corso del resto della stagione estiva, con assenza di precipitazioni durante il mese di agosto, specialmente nella zona del Nizza DOCG.

Se i meno giovani non riescono a dimenticare che vendemmia significava fine dell’estate, negli ultimi anni, le lunghe ondate di calore hanno condizionato fortemente la fase di maturazione delle uve, portando ad anticipare di molto le operazioni di vendemmia.

Ma proprio quando sembrava che i giochi fossero ormai fatti, alcune precipitazioni nei primi giorni di settembre ci hanno permesso di rallentare la raccolta, e di vedere un notevole rimpolpamento dei grappoli in sofferenza. 

Guardando le cose in prospettiva, si può forse iniziare a parlare di una “nuova normalità”. E così, anche nel 2023, abbiamo intrapreso il monitoraggio attento delle uve già da fine luglio, decidendo di iniziare la vendemmia il 18 agosto, partendo dalle basi spumante della nostra Alta Langa e continuando con i primi vitigni bianchi tra fine agosto e i primi di settembre, i primi grappoli della nostra barbera Vigne Vecchie invece sono stati vendemmiati già il 9 di Settembre!


L’alba di una nuova viticoltura

Sicuramente la vendemmia del 2023 sarà ricordata come una delle più difficili e complicate per la Barbera, ma il risultato che stiamo osservando ci indica che la strada che stiamo percorrendo è quella giusta. 

Se la tutela del nostro paesaggio e le scelte virtuose in tema ambientale, sono una nostra priorità, è anche vero che è difficile invertire la tendenza di un clima sempre più avverso con scarse precipitazioni e prolungati periodi di siccità. 

In questo scenario quello che conta più di tutto è l’attenzione, l’amore e la lungimiranza che la nostra cantina cooperativa e i nostri soci viticoltori dimostrano ogni giorno. 

È così infatti che nel 2023 le temperature – che hanno raggiunto anche i 39-40° tra i filari – ci hanno costretto a rivedere gli orari delle operazioni di vendemmia, prediligendo le ore più fresche del mattino e portando viticoltori, assistenti ed enologi a svegliarsi ben prima dell’alba per prendersi cura delle uve

Il controllo della maturazione è diventato di fondamentale importanza per decidere il momento migliore per l’inizio della raccolta e la vite, con la sua innata resilienza, ha saputo stupirci, ancora una volta. 


Il risultato della vendemmia del 2023 

Da un punto di vista quantitativo, il potenziale produttivo di grappoli per pianta è apparso buono già ad inizio anno, la pressione dei patogeni è stata contenuta, e la vendemmia si è presentata di buona qualità dal punto di vista della sanità delle uve e con buoni livelli di maturazione

Nonostante le problematiche, l’annata 2023 ha regalato una qualità ottima con uve sane e una quadro aromatico foriero di vini con un corredo organolettico identitario base per le eccellenti Barbera d’Asti targate 2023.

Svegliarsi all’alba, monitorare le uve anche le domeniche, interfacciarsi ogni giorno e fare la danza della pioggia non sono altro che alcune immagini che ci hanno portato ad ottenere vini strepitosi. 


Il commento di Marco Giordano, direttore della Cantina Cooperativa Vinchio Vaglio
“La vendemmia 2023, se possibile, con il suo carico di problemi, ma anche di soddisfazioni e appagamenti, ha fatto emergere in modo più prepotente lo spirito familiare e allo stesso tempo imprenditoriale che caratterizza la nostra Cantina.L’atteggiamento dei nostri soci conferitori si traduce in un attaccamento verso la Cantina che non si esaurisce al momento della vendemmia con la consegna della Barbera, ma che si esplica attraverso una partecipazione continua. Ogni viticoltore, con le proprie idee e con la propria passione, è il vero protagonista delle strategie tecniche di una realtà, quella di Vinchio Vaglio, che è percepita dal singolo come una vera e propria comunità”.

Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page