• prodotti

Nuovissimo Panettone albicocca e zenzero... in vasocottura


Ieri, all'Enoteca Trimani di Roma, abbiamo avuto la possibilità di degustare un'assoluta novità per la Capitale nel campo del prodotto di eccellenza: il Panettone Albicocca e zenzero in vasocottura per il Natale 2016.

In prodotto è stato creato da Bonverre, marchio esclusivo Suite, che realizza ricette dolci e salate create con l'uso esclusivo della tecnica della vasocottura da esperti professionisti della cucina e della pasticceria, qualsiasi ricetta si può realizzare in vaso, questo è il segreto e il sottovuoto che si viene a creare con questa tecnica ne allunga la conservabilità del prodotto senza l'utilizzo di conservanti ed edulcoranti.

Infatti Bonverre propone una speciale linea dolce creata in collaborazione con il Maestro AMPI (Accademia Maestri Pasticceri Italiani) Denis Dianin della D&G Patisserie. I segreti di questo prodotto sono la lenta lievitazione naturale realizzata attraverso il lievito madre, oggi come un tempo, la scelta rigorosa di materie prime eccellenti, studio, tecnica e tutta la passione e dedizione dell’autorevole Maestro Denis Dianin, scelto per realizzare la linea dolce Bonverre per la prima collaborazione di Bonverre con l'eccellenza italiana per le festività natalizie. Il panettone in vasocottura nasce per poter offrire al consumatore un prodotto che mantenga le caratteristiche chimico/fisiche ed organolettiche ottimali nel tempo, utilizzando un vaso in vetro idoneo alla vasocottura anziché il classico pirottino di cartone.

Il prodotto viene lavorato come un normale Panettone artigianale: l'ultima lievitazione avviene in vetro. Si riempie 1/4 del vaso e si lascia a lievitare per 36 ore. La cottura avviene in forno a 170/180 gradi. Il Panettone risulta avere la forma del vaso stesso e può essere tagliato e servito a piacimento. In poche parole le stesse caratteristiche di un panettone artigianale come qualità e lavorazione, ma con una maggiore durata: in questo modo i tempi di consumo si dilatano e si destagionalizza il prodotto.

Nella presentazione di ieri, guidata da Andrea Valentinetti e da Paolo Trimani, abbiamo potuto osservare funzionalità e pregi del prodotto. L'apertura è semplice e spettacolare: tenendo fermo il tappo di vetro, basta tirare la linguetta di gomma e subito si viene investiti dal profumo tipico del panettone...Con l'aiuto di un coltello a lama lunga, si stacca dalle pareti di vetro et voilà, ecco il cilindro profumato pronto per essere gustato al naturale o, come ieri sera, arricchito dal creme leggere. La consistenza risulta più morbida, i profumi più intensi. Paolo Trimani poi ha suggerito due grandi vini per l'abbinamento delle feste: uno strepitoso Moscato d'Asti Sant'Ilario di Ca' D' Gal ed un passito della Tuscia, Passirò 2011 Falesco ( la nostra preferenza al primo, veramente un'esperienza unica).


I vantaggi di questo tipo di tecnica? Molteplici: in primis risulta beneficiarne senza dubbio il sapore; questo viene esaltato permettendo di apprezzarne tutte le sfumature dei diversi ingredienti utilizzati e, contestualmente, tutti gli aromi vengono preservati nel tempo. Grazie al sottovuoto, viene conservata la freschezza e la giusta umidità del panettone, mettendolo al riparo anche da cariche batteriche e da sbalzi termici che possono comprometterne l’integrità.








Numerosi sono i gusti della linea Bonverre per Natale 2016:

Panettone Classico Milanese



Pandoro

Bussolà

Panettone Fragoline di bosco e cioccolato bianco

Panettone Arancia e cioccolato

Panettone Cioccolato bianco, fava tonka e albicocca

Panettone Amarena, pistacchio, limone

Panettone Cioccolato “Biondo” con caffè espresso Club Kavè

Panettone Tutto grano ai frutti rossi

Panettone Pere e cioccolato

Panettone Albicocca e zenzero

Panettone Amarene, cioccolato e gianduia

Limited Edition - Panettone Mela, noce pecan, datteri, albicocca, fichi bianchi

Cilentani




Post in evidenza
Post recenti