La Città della Pizza...e delle donne!


All'interno della manifestazione la Città della Pizza ( diventata un fenomeno popolare in un sol giorno) si affacciano discretamente piccole novità: dei volti e delle mani femminili.

Il lavoro di maestro pizzaiolo è molto duro e per tradizione è sempre stato svolto dagli uomini. Ma oggi possiamo trovare dell artigiane di tutto rispetto che con passione e competenza si sono buttate nell'impresa...destreggiandosi tra pizza al piatto e a taglio.

E' il caso di Marzia Buzzanca, della pizzeria Percorsi di gusto de L'Aquila, che ha proposto delle vere chicche di gusto, come la Pizza Primavera, condita da mozzarella, patate viola in crema, asparagi, nocciole, Parmigiano Reggiano in scaglie e, come tocco femminile, un fiore edulo, una delicata Pensée.

Marzia conduce una ricerca sugli ingredienti anche nei piccoli dettagli: nella Pizza marinara, oltre al pomodoro, ha introdotto l'aglio disidratato ed il pepe Oro di Sarawak, una spezia proveniente dalla Malesia di altissima qualità.

La terza pizza è un implicito omaggio alla sua terra così duramente colpita dal sisma: l'Aquilana Via San Berardino, condita con ingredienti preziosi e tipici del territorio: mozzarella, lardo, quenelle di rocotta e l'inestimabile Zafferano.

La Pizza marinara di Marzia Buzzanca

Ma Marzia è in buona compagnia: la Confraternita della Pizza ha schierato delle simpatiche artigiane (prese d'assalto...) che hanno presentato delle novità: una Margherita classica ma arricchita da burrata e pecorino, L'Audace, una pizza che potremmo definire "estrema", con patate, mozzarella, capocollo, basilico, rosmarino,miele, aceto balsamico, olio tartufato e...'nduja, un equilibrio difficile ma riuscito tra agro e piccante. E la Gentile, con mozzarella di bufala,il collaudato binomio pistacchi e mortabella,fagioli, songino, ricotta, panna, pecorino, miele ed aceto balsamico.

Le fondatrici di BreadHeart

Ll'Associazione Culturale BreadHeart è nata per diffondere la pratica dell'autoproduzione nella cucina di casa di pasta madre e arte bianca in generale, con un’attenzione particolare rivolta ai prodotti più sani e adeguati ad una dieta bilanciata e corretta, per un’alimentazione in linea con le più recenti raccomandazioni in materia di nutrizione, mirata allo sviluppo delle risorse alimentari locali. Le fondatrici sono tutte donne, autodidatte, che hanno maturato a poco a poco una grande esperienza nell'arte bianca.

Breadheart vuole sdrammatizzare la difficoltà di mantenimento del lievito madre e insegna piccoli accorgimenti domestici per rinfrescarlo senza troppi sforzi, riuscendo anche ad allontanarsi qualche giorno senza problemi... BreadHeart realizza corsi in qualunque location, sia in scuole di cucina che nelle case, e produce anche a richiesta dolci da forno per le grandi occasioni: panettoni, colombe e via discorrendo.

Iside De Cesare

E ieri, per concludere in bellezza la serata, non poteva mancare un'altra donna, Iside De Cesare, chef stellata de La Parolina di Trevinano (VT). Iside ha presentato un menu a quattro mani insieme al grande pizzaiolo Salvatore Di Matteo, dell'omonima pizzeria napoletana, nel primo dei Sensational brunch and dinner che si alterneranno fino al 2 aprile.

Le delizie della Confraternita della Pizza

Le signore de La Confraternita della Pizza al lavoro

I sacchetti di lievito madre di Bread Heart

La sala del Sensational brunch and dinner

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2016 by Claudio Lavacca