Sapori Bavaresi con vista su Roma


In questi giorni si è svolta a Roma, presso il Grand Hotel Marritt Flora, una giornata dedicata alle eccellenze dei prodotti della Baviera. Uno stimolante incontro tra i migliori produttori bavaresi e il pubblico italiano, ma non solo: l’evento è stato occasione interessante per tutti i professionisti del settore. Presente alla giornata il ministro bavarese dell’Alimentazione, Agricoltura e Foreste Helmut Brunner, che parlando con i giornalisti presenti ha sottolineato l’importanza del mercato italiano per la Baviera; uno scambio commerciale che quasi si pareggia per un valore totale di circa un milione e mezzo di euro.

I bavaresi, come gli italiani, amano la buona tavola, il cibo di qualità e i prodotti d’eccellenza, l’Italia rappresenta il miglior mercato di esportazione per i prodotti d’eccellenza della regione tedesca, e per il mercato italiano questi stessi prodotti significano: tradizione, qualità e genuinità in specie nel settore lattiero-caseario e in quello della birra.

Prima della cena dimostrativa, organizzata da Luigi Cremona, dove quattro giovani cuochi romani hanno preparato un menu ad hoc per l’occasione, utilizzando i prodotti bavaresi sotto la supervisione di Stefan FuB, chef talentuoso bavarese; sulla splendida terrazza del Flora, i produttori hanno organizzato dei banchi dimostrativi e di degustazione dei loro prodotti.

Il tortello Bavaria, misticanza e fonduta di Bergader Edelpilz

Una ghiotta occasione per importatori, grossisti, distributori, ristoratori e addetti alla comunicazione, per approfondire la conoscenza delle eccellenze bavaresi. La presenza più numerosa ovviamente era quella dei produttori di birra, da sempre considerati i migliori mastri birrai, con le loro svariate tipologie di prodotto.

La Harrnbrau, storica birreria nata nel 1880, particolarmente apprezzata per la sua birra al frumento.

La Schlossbrauerrei Maxirain, che opera nel settore sin dal 1600, che offre un vasto assortimento di tipologie di birra, e che nel 2016 è stato nominato Birrificio Tedesco dell’anno.

FelsenBrau, piccolo birrificio a conduzione familiare, attento anche ad una produzione energeticamente virtusa.

SchloBrauerei Autenried, antico birrificio attivo già nel 1650, che propone sul mercato un vasto assortimento di tipologie e anche bevande analcoliche.

Friedenfelser birrificio attivo da oltre 125 anni che coltiva i cerali di cui necessita per la sua produzione.

L’azienda Vion Food Group che distribuisce nel mondo le ottime carni dei famosi manzi bavaresi

Houdek Spezialitaten specializata nella produzione di prodotti bavaresi tradizionali: salumi wursel, polpettine e leberkase.

Bergader Privatkaserei, azienda leader nella produzione di formaggi specializzata in erborinati.

Milchewerk Jagher Antico caseificio privato, fondato nel 1870 specializzata in burro bavarese.

Maggle Italia, filiale italiana dell’antica azienda dell’Alta Baviera sul mercato Italiano con burro,latte,panna e yogurt.

Frischli caseificio condotto da quattro generazioni della stessa famiglia, specializzata in latte, yogurt, budini e dessert

Bayerische Nilchindustrie specializzata in yogurt greco,chedder, burro,Crenoble ed erborinato.

Edna Italia azienda che propone sul mercato prodotti da fornp congelati: panini,brezel e pani neri.

Senfmanufaktur Weber offre ampia selezione di senapi, dalle più dolci alle più forti, tutte macinate a mano per mantenere gli oli essenziali dei chicchi di senape

Staaticher Hofkeller Wurzburg, cantina che produce vini fin dal 1128 nella Baviera Nord Occidentale: Silvaner, Rieseling Spatburguader e WeiBburguder


I cuochi al lavoro

Con questi prodotti gli chef romani hanno creato ricette appositamente per la serata: Marco Claroni dell’Osteria dell’orologio di Fiumicino ha proposto una trota salmonata, ghiacciata di yogurt e verdure marinate allo zenzero, un piatto dal gusto deciso e ben equilibrato, gradevole al palato

Davide Del Duca dell’ Osteria Fernanda di Roma ha proposto un risotto con estratto di piselli con erbe aromatiche asparagi bianchi e polvere di fagioli neri, un piatto che ha pagato penitenza per l’esasperata ricerca di originalità.

Roberto Campitelli, Osteria di Monteverde di Roma ha proposto il tortello Bavaria, misticanza e fonduta di Bergader Edelpilz, dove risalta il valore della pasta tirata a mano, un po' meno nel sapore del ripieno, con la mortadella troppo presente.

Riccardo Loreni di Cuoco e camicia di Roma ha proposto un filetto di manzo bavarese arrostito alle erbe con patata affumicata e formaggio di malga dell’Algova e salsa di rape e frutti rossi, dove spiccava il gran sapore del manzo, senza interferenze dell’erborinato e la salsa è riuscita salvaguardando l’equilibrio del piatto.


Trota salmonata, ghiacciata di yogurt e verdure marinate allo zenzero


Trionfo di pani bavaresi


Filetto di manzo bavarese arrostito alle erbe con patata affumicata e formaggio di malga dell’Algova e salsa di rape e frutti rossi


Le senapi: una vera scoperta




Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2016 by Claudio Lavacca