top of page

Il roast beef


di Marco Rossetti


Il roastbeff, letteralmente bue arrostito, è un piatto conosciuto in tutto il mondo. La sua origine è sicuramente anglosassone e in Italia si è diffusa all'incirca nella prima metà del 1800, secondo alcuni la conoscenza di questo pitto si dovrebbe attribuire ad un manoscritto di Giuseppe Mazzini che lo descrisse come portata principale delle grandi occasioni durante un suo viaggio a Londra. Più semplicemente la sua diffusione in Italia si dovrebbe attribuire alla nutrita colonia inglese residente in Toscana, già nella prima metà del 1800. La Toscana regione in cui il culto del manzo è praticato da sempre ha dato l'incipit ma poi questa preparazione si è diffusa in tutto il paese. I metodi di cottura di questo piatto sono due: in forno o al tegame, in entrambi i casi il piatto necessita di una cottura breve. Io preferisco la cottura al tegame, la gestione è più diretta e il controllo più immediato.


Ingredienti per 6 porzioni


1 kg. Filetto di Manzo

1,1/2 bicchiere di olio evo

1 bicchiere di vino bianco

sale grosso

pepe nero in grani

5 bacche di ginepro


Preparazione


Massaggiare la carne con il sale, in modo che questo rimanga aderente alla superficie del filetto. In un tegame capiente, dai bordi alti, far scaldare l'olio quando sarà ben caldo adagiare la carne sul fondo. Aggiungere i grani di pepe e le bacche di ginepro. Mantenere il fuoco vivace, far ben rosolare la carne in tutte le sue parti. a rosolatura ottenuta irrorare il tutto con il vino bianco. far evaporare l'alcol, poi abbassare il fuoco e continuare la cottura per altri tre minuti, in modo da ottenere una parte esterna ben croccante e all'interne delle fette al sangue.

Lasciar riposare qualche minuto prima di servire, condire le fette con la salsa raccolte dal fondo del tegame


Comments


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici