top of page

In Istria le Giornate del Calamaro adriatico


Si avvicina l’appuntamento con le Giornate del calamaro adriatico dell’Istria nord occidentale. Dall’1 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017 Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie diventano la patria del calamaro! Durante tutto il periodo infatti, i ristoratori proporranno menù speciali pensati per l’occasione con creatività e passione dagli chef, che potranno così sbizzarrirsi in nuovi piatti e valorizzare il gusto autentico della cucina istriana.

L’itinerario del gusto si incrocia con il patrimonio culturale e storico di queste località, permette di apprezzarne il territorio, usi e tipicità.

La prima cittadina che si incontra dopo il confine è Umago (Umag), ideale in questo periodo per una passeggiata tra le bancarelle del mercatino di Natale. Qui sono 6 i locali che aderiscono alle Giornate del calamaro, per un totale di 8 menu che spaziano dai 13 ai 34 euro. Si può assaggiare così il Carpaccio di calamari e gamberetti in brodo vellutato della Buščina, il Brodetto di calamari con polenta Da Paolo e Susanna, i Calamari ripieni alla griglia del Melon. E ancora le Tagliatelle fatte in casa con calamari dell’Adriatico e broccoli di Nono, l’Insalata di calamari dell’Adriatico con olive e melagrana su letto di radicchio rosso e rucola da Toni, i Calamari dell’Adriatico farciti su purè di ceci della Villa Vilola.

Proseguendo lungo la costa, a una quindicina di chilometri si raggiunge Cittanova (Novigrad), cinta dalle mura cittadine e caratterizzata dall’irresistibile fascino del borgo di pescatori. Qui il Gatto Nero propone 2 menu di differenti costi, tra zuppa di calamari con orzo e olive, risotto di calamari e calamari al forno. 3 menu con ampia scelta anche al San Benedetto, dove è possibile degustare, tra gli altri, l’Insalata fredda di calamari con olive, la caratteristica pasta “Pljukanci” con calamari e pancetta croccante e calamari nostrani in salsa alla malvasia con patate.

Affascinante anche in inverno è sicuramente l’entroterra istriano, dove ettari di vigneti e uliveti si alternano a distese di prati e boschi. Anche qui per l’occasione i locali, non lontani dal mare, assicurano piatti a base di calamaro. A Verteneglio (Brtonigla) gli eccellenti vini e i pregiati oli d'oliva accompagnano i 3 menu dell’Astarea a base di insalata fredda di calamari e olive, calamari con patate e bietole o insalata di cavolo verza, e ancora calamari ripieni o in umido.

A 15 minuti d’auto si raggiunge Buie (Buje) che vista da lontano si presenta come un anfiteatro di costruzioni tipiche strette intorno alla chiesa. Sono 4 i locali che aderiscono alle Giornate del calamaro, 6 menu con prezzi che vanno da 13 a 30 euro. Da assaggiare, tra gli altri, il brodetto di calamari con polenta di Igor, il calamaro dell’Adriatico al forno su letto di radicchio rosso con olio d’oliva o il risotto con calamari dell’Adriatico e scampi del Quarnaro in un soffritto di aglio, con prezzemolo, alloro, vino bianco e olio d’oliva dell’Hotel Mulino. E ancora i calamari nostrani alla busara con tagliatelle verdi di Rondo e i calamari dell’Adriatico al forno farciti con prosciutto crudo istriano e gamberetti, con patate caserecce di Zephyr.

Info: www.coloursofistria.com

Post in evidenza
Post recenti