Bere Rosa


Bere Rosa è un evento nato cinque anni fa, e da allora richiama un numero sempre più numeroso di appassionati; creato da Cucina e Vini, la rivista di enogastronomia, che vuole avvicinare il consumatore al vino rosato. Francesco D'Agostino direttore del periodico spiega: " Ci sentiamo sempre più motivati ad organizzare questa manifestazione, in Italia il vino fermo rosato è considerato la cenerentola della produzione enologica. La nostra funzione di divulgatori deve essere svolta sempre con maggiore forza nei confini italiani, e lontano dai centri di produzione dove il rosato si beve per cultura e tradizione". L'intento è quello di avvicinare sempre più il pubblico a questo settore vitivinicolo: infatti, mentre le bollicine rosa godono di un favore sempre crescente, il vino fermo è un prodotto vocato all'esportazione. Una tendenza che la manifestazione sta invertendo, avvicinando il grande pubblico a questo prodotto che vanta eccellenze notevoli. Nella splendida cornice di Paazzo Brancaccio a Roma, nei saloni barocchi e nell'incantevole giardino, la manifestazione si sviluppa attraverso banchi di degustazione di vini rosati provenienti da tutta Italia, centosettanta etichette da poter abbinare a proposte gastronomiche che vanno dal formaggio al prosciutto, dal pesce ai prodotti vegetali,

Bere Rosa è l'occasione per incontrare vini versatili ed eccellenti che ben si abbinano alla tradizione gastronomica Italiana. Una produzione italiana, quella del vino rosato, che offre un'ampia gamma di scelta, che va dal vitigno al metodo di realizzazione; una produzione impostata sulla qualità. I vini rosati possono occupare una posizione propria nel panorama di abbinamenti con il cibo, quando un vino è troppo forte o quando un bianco è troppo poco strutturato, ecco che il rosato assume una sua dignità preziosa. Spendiamo, qui due parole sul sistema di produzione di questo vino. La produzione dei vini rosati ottenuti dalla miscelazione di vini bianchi e vini rossi è una pratica vietata per legge in tutti i paesi vinicoli del mondo. Gli unici vini rosati che possono essere prodotti in questo modo sono i vini base utilizzati per la produzione di spumanti e Champagne. I vini rosati sono creati mediante tecniche specifiche e con l'intento dichiarato di produrre un vino dal colore rosa e pertanto non devono essere considerati come vini inferiori o di incerta classificazione. Tutti i vini rosati hanno comunque una caratteristica comune: sono prodotti con uve a bacca rossa, e il contatto con le bucce dell'uva è estremamente rapido.


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca