Baccalà con peperoni


Il baccalà è largamente consumato in tutta Europa, originario della Norvegia. Qui, sull'isola di Lofoten, solo alcune famiglie si tramandano il varkeren, cioè il sistema di selezionare i merluzzi

giganti paescati nei mari del nord. Questo sistema di selezione non è altro che la capacità di selezionare il prodotto solo attraverso il tatto, la vista e l'olfatto. Dopo essere selezionato il pesce subisce le lavorazioni del caso, o è essiccato o messo sotto sale. Una volta raggiunta la giusto maturazione viene commercializzato e distribuito in tutto il mondo. Per anni il baccalà è stato l'unico pesce presente sulle tavole delle popolazioni dell'entroterra; in realtà però anche a bordo delle navi se ne faceva grande uso, tanto che è presente in molti ricettari delle terre costiere e portuali.

Ingredienti per 4 persone:

800 g di baccalà

4 peperoni

2 cipolle

2 spicchi di aglio

5 cucchiai di olio evo.

un pizzico di sale

qualche rametto di maggiorana

Preparazione:

Lavare i peperoni, privarli dei semi interni. Tagliare l'ortaggio a listarelle. Far inbiondire, a fuoco lento, cipolla e aglio in quattro cucchiai di olio, dopo re minuti eliminare l'aglio. Versare i peperoni nel tegame, salare e lasciar cuocere sempre a fuoco basso, aggiungere alcune foglie di maggiorana. Dopo qualche minuto continuare la cottura coprendo il tegame; mescolare di tanto in tanto Far cuocere per circa venti minuti, i peperoni dovranno essere teneri ma risultare croccanti. In altro tegame antiaderente far cuocere il pesce: ungere il fondo, con l'olio rimasto, e far scaldare la padella, adagiare sul fondo il pesce privato della pelle. Far cuocere circa dodici minuti, il baccalà deve essere girato una sola volta altrimenti si sbriciola. Servire il pesce sul letto di peperoni e gurnire con foglie di maggiorana, che doneranno al piatto una gradevole freschezza.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2016 by Claudio Lavacca