Umberto Vezzoli e le magiche atmosfere del Plaza


I paccheri farciti con tartare di salmone e passato di carote corallo al nero di seppia

Nasce un nuovo indirizzo per la ristorazione di qualità sullo sfondo di una scenografia che solo la Città Eterna può offrire: il nuovo ristorante Terrazza Trinità dei Monti nel roof garden dello storico Grand Hotel Plaza.


Il grande albergo sta conoscendo una nuova vita, grazie ai restauri dei preziosi arredi, degli storici affreschi e dei materiali pregiati - che fanno di questo hotel un unicum a Roma-, sotto l'appassionata guida di Olivia Paladino.

Sulla terrazza che affaccia su uno scenario ineguagliabile, che spazia da Villa Medici a Trinità dei Monti, dal colle del Quirinale al Vittoriano, è stato aperto il nuovo ristorante dedicato non solo agli ospiti dell’albergo ma a chiunque desideri vivere una nuova esperienza nel segno della singolarità e unicità.

Il nuovo Chef Umberto Vezzoli, forte della sua lunga esperienza maturata nei ristoranti del marchio St. Regis, Intercontinental De La Ville e in vari angoli del mondo, offre una variegata rivisitazione della tradizionale cucina romana, anche con abbinamenti di piatti unici creati per ogni giorno della settimana.

Umberto Vezzoli


Lo stile di Vezzoli è una cucina di movimento, nel senso che è di terra, di mare e di cielo, ma è anche un gioco di consistenze e di freschezza, Un movimento di sapori, un gioco di consistenze e di sapori, il tutto sempre attento all'equilibrio anche quando sembra che l'azzardo sia eccessivo, invece questa è una cucina diretta e spontanea insomma spontanea. Vezzoli è uomo che ama il suo lavoro, ciò che produce esprime la sua gioia di essere tra i fornelli, e con la mente è sempre proiettato verso la valorizzazione del gusto: i un piatto si presenta mai con quella esagerazione troppo spesso ricercata da molti suoi colleghi. Ne sono un esempio alcuni piatti presenti nel menu del ristorante, che fanno parte della tradizione italiana e romana: la parmigiana, il vitel tonnè, la carbonara, la amatriciana ecc.


Uno tra i patti speciali dello chef Vezzoli “Milano Tokyo 1988”, risotto alla milanese e tartare di tonno, dedicato alla città dove ha vissuto le sue esperienze culinarie più significative.

Proseguendo nella scoperta del menù, ci sono il pescato del Mediterraneo in guazzetto con una trilogia di pomodorini e la tagliata di fassona piemontese DOC e per terminare una fresca selezione di dolci, come il semifreddo al limone accompagnato con un extravergine di oliva aromatizzato alla vaniglia.

Particolarità del menù sono i suggerimenti dello chef con gli abbinamenti dei piatti unici creati per ogni giorno della settimana: dalle mezze maniche al cacio e pepe con saltimbocca e lattughe brasate il lunedì, allo spaghetto alle vongole con filetto di pesce spada al salmoriglio il venerdì.


Il rosé Bellavista, i colori del crepuscolo romano

Ecco cosa abbiamo assaggiato:

come benvenuto un delizioso, morbido panino allo yogurt con guacamole e alici, poi un'insalatina di calamari con mango, anguria e pecorino. Il primo piatto è costituito da paccheri farciti con tartare di salmone e passato di carote corallo al nero di seppia. Importanti i secondi: una ricciola spadellata con burrata, cime di rapa e salsa alla carbonara - un piccolo omaggio a Roma- e poi la fassona con caponatina di verdure.

A chiudere il semifreddo al lime con olio evo, mosaico di frutta e stecco alla Giolitti ( la storica gelateria di Roma).

Le bollicine? Franciacorta...Un rosé Bellavista, servito alla temperatura ideale...

Posso solo immaginare il cuore dei turisti quando salutano la Capitale da questa terrazza...è un invito anche per i Romani, che troppo spesso dimenticano la commovente bellezza della propria città.


L'insalatina di calamari con mango, anguria e pecorino

La ricciola spadellata con burrata, cime di rapa e salsa alla carbonara

La fassona con caponatina di verdure

Il semifreddo al lime con olio evo, mosaico di frutta e stecco alla Giolitti


Arrivederci, Roma

La terrazza



Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca