• Di Marco Rossetti

Spigola con capperi e origano



Il consumo del prodotto ittico è cresciuto moltissimo da qualche decennio, in Italia si consuma in pochi mesi la quantità di pescato dalle nostre acque, quindi è inevitabile che si consumino grandi quantità di pescato importato. Non appartengo a quella classe di puristi che aborrono il pesce straniero.

Ma è certo che in questo caso i controlli debbano essere inflessibili. Per i nostri rivenditori vige l'obbligo di esporre la zona di provenienza del pesce, oltre che chiaramente il prezzo al chilo. Ovviamente essendoci una richiesta elevata i prezzi tendono a crescere vertiginosamente, le alternative esistono, ad esempio per i pesci dalle carni bianche, per capirci spigole e orate, oltre che altre specie, si possono trovare di allevamento. Questi pesci non devono essere demonizzati; ma è bene conoscere da quali allevamenti provengano e come siano stati allevati. Altra alternativa economica per acquistare spigole e orate può essere acquistare il prodotto congelato, questo è sicuramente di provenienza atlantica ma se congelato direttamente sulle navi può garantire una certa qualità, perché il pescato in questo modo conserva tutte le sue qualità.

La fase delicata, trattando i pesci congelati è proprio quella del decongelamento. Questo deve avvenire a temperatura ambiente e mai forzato. La ricetta che qui propongo è valida sia per pesce fresco, di allevamento o congelato, per eseguirla si possono utilizzare sia filetti di orata sia di spigola.


Ingredienti per quattro per la spigola con capperi e origano

4 filetti di pesce

4 cucchiai di olio evo

1 spicchio di aglio

350 gr. di pelati

1 presa di peperoncino macinato

4 cucchiaini di origano secco

60 gr. di capperi sotto sale.


Preparazione per la spigola con capperi e origano

in una padella capace scaldare l'olio e farci rosolare l'aglio, che va poi eliminato. Aggiungere i capperi appena sciacquati e il pizzico di peperoncino, quando l'olio sarà insaporito adagiare nella padella i filetti di pesce dalla parte della palle, cosparsi di abbondante origano secco, appena poggiati sul fondo i filetti aggiungere i pelati, coprire il tegame e continuare la cottura a fuoco medio per sette minuti. Trascorso il tempo necessario voltare il pesce e liberarlo dalla pelle, che verrà via facilmente, continuare la cottura per altri cinque minuti. servire il pesce con il suo guazzetto.

Post in evidenza