• gastronomia e territorio

Tartufo bianco e Langhe in salsa francese


Macaron farcito con ganache al Tartufo Bianco d’Alba e nocciola piemontese IGP

Come ogni anno la stagione del tartufo bianco è iniziata.

E come ogni anno per gli appassionati il luogo principe dove assaporare questo prodigio della natura sono le Langhe. Un appuntamento imperdibile con un territorio ricco di eccellenze che ogni stagione rinnova la sua offerta cercando di esaltare e interpretare il tartufo bianco nei modi più originali.

Al centro delle Langhe a Grinzane Cavour, storica dimora del Conte Benso di Cavour e non a caso luogo della famosa Asta del Tartufo bianco, c’è il ristorante Al Castello con lo chef 1 stella Michelin Marc Lanteri, cuoco di frontiera che unisce le sue origini francesi alla formazione prevalentemente italiana. Per questa stagione Marc sceglie però di interpretare il Tartufo Bianco d’Alba e la tradizione langarola, ispirandosi alla Ville Lumière, emblema di Francia.

Nel suo ormai classico menù degustazione 4 portate completamente dedicato al Tartufo Bianco, quest’anno si potranno assaporare Gnocchi alla parigina con una fonduta di Raschera d’Alpeggio e scaglie di Tartufo Bianco d’Alba e una dolce sorpresa “stinky&sweet” nella piccola pasticceria: il Macaron farcito con ganache al Tartufo Bianco d’Alba e nocciola piemontese IGP.

Lo chef Marc Lanteri

Primo e dessert, contrappunti francesi alla tradizione più sacra di un territorio che ha nel Tartufo Bianco d’Alba una delle massime espressioni. Ma la ventata di novità non finisce qui e lo Chef modifica anche il suo menù signature con Scampo dorato, Soffice di topinambur, Brie fermier e Tartufo bianco. Insomma, una stagione dedicata da Marc Lanteri alla fusion franco-langarola per esaltare e far conoscere i due lati della sua storia personale e professionale di cuoco di frontiera pur trovandosi in mezzo, o quasi, al Piemonte.

Post in evidenza
Post recenti