Insalata di orzo perlato con cozze e vongole

February 23, 2020

 

L'orzo è un cereale antico. Le origini sono incerte: forse proviene dal vicino oriente o addirittura dal Tibet. Tracce di coltivazioni del cereale risalgono a migliaia di anni fa; oggi è prodotto in molte zone di tutto il mondo. Per lungo tempo il suo utilizzo in cucina è stato molto diffuso, poi l'uso in cucina è andato diradandosi per lasciare l'utilizzo dell'orzo prevalentemente in forma solubile come base per bevanda alternativa al caffè. Negli ultimi anni è tornato ad essere base di molte ricette, che ben interpretano la tradizione agroalimentare italiana. Sul mercato si trova in tre diverse forme: integrale, decorticato e perlato. L'integrale è quello che conserva appieno tutte le proprietà tipiche del cereale, anche se di difficile preparazione: richiede una lunga fase d’ammollo prima di poter essere utilizzato. Per questo motivo ad esso viene preferita la forma  di orzo decorticato e perlato, la prima subisce un trattamento meccanico atto ad eliminare la parte più esterna del chicco in modo da mantenere le caratteristiche originali della pianta ottimo per le preparazioni di zuppe; mentre il perlato subisce un trattamento meccanico che elimina completamente la parte esterna del chicco, lasciandolo pulito e di colore bianco. L'orzo perlato in questa veste perde parte delle fibre e intensità di sapore, fenomeno che lo rende particolarmente adatto a preparazioni più delicate, come quella della ricetta qui proposta.

 

Ingredienti per quattro per l'Insalata di orzo perlato con cozze e vongole:

 

300 gr. di orzo perlato biologico

700 gr. di vongole

1 kg. di cozze

due spicchi di aglio

un peperoncino

1 pomodoro san marzano

qualche foglia di basilico

mezzo bicchiere di olio extra vergine

mezzo bicchiere di vino bianco

sale

 

Procedimento per l'Insalata di orzo perlato con cozze e vongole:

 

In una pentola portate ad ebollizione abbondante acqua salate e versate l'orzo; lasciate cuocere per venticinque minuti. Dopo aver pulito le cozze e lasciato le vongole in acqua fredda salata per un paio di ore, versate i molluschi in un tegame dove avrete fatto soffriggere per un paio di minuti nella metà dell'olio, aglio e peperoncino e il pomodoro tagliato a dadini; coprite il tegame e lasciate andare per una decina di minuti, quando i molluschi saranno completamente aperti aggiungete il vino, lasciate evaporare. Chiudere il fuoco e liberate i molluschi dai gusci. Scolate l'orzo e lasciatelo saltare nel tegame assieme alle cozze e alle vongole per cinque minuti. A cottura ultimata versate il tutto nel piatto di portata, aggiustate di sale se necessario, irrorate tutto con l'olio rimasto e guarnite con delle foglie di basilico sminuzzate a mano. Potete servire l'insalata calda, ma è preferibile lasciare raffreddare e servire l'orzo a temperatura ambiente.

A me piace abbinare a questo piatto un cannellino del Lazio, un vino dalle lievi tracce acide che risaltano le caratteristiche dell'orzo e dei frutti di mare.

 

Please reload

Post in evidenza

Risotto al Recioto

April 2, 2020

1/10
Please reload

Post recenti

April 2, 2020

March 31, 2020

March 31, 2020

March 30, 2020

March 29, 2020

Please reload

Archivio