Il Nobile di Montepulciano a Roma


Caterina Dei


di Marco Rossetti


Caterina Dei oggi gestisce l'azienda vinicola Cantine Dei di Montepulciano, la splendida cittadina toscana è la località che assieme a poche altre esprime le migliori qualità del Sangiovese. Questo è uno dei più importanti vitigni italiani, il più coltivato in Italia.

Se esiste un vino che per storia e personalità attira da sempre studiosi, intenditori e semplici appassionati, questo è il Sangiovese. La produzione delle Cantine Dei inizialmente, quando a gestire la vigna e la cantina c'era il nonno di Caterina, Alibrando, era rivolta solo ai vini rossi tipici del territorio, ma Caterina ha voluto imprimere all'azienda una sua personale orma ha creato i suoi vini, un bianco e un rosato, capaci di sbalordire anche i palati più esigenti. La vignaiola di Montepulciano ha voluto degustare assieme a un piccolo gruppo di intenditori alcuni dei vini di sua produzione, riscuotendo il successo meritato a conferma dell'alta qualità dell'azienda. Anche la scelta della location per la degustazione si è rivelata ottima: Oliva, ristorante che si trova al quinto piano del nuovissimo Hotel Musica di Roma, affacciato sul fiume a Lungotevere dei Mellini.



La degustazione è cominciata sul terrazzo dell'hotel da dove la suggestiva vista dall'alto della capitale lascia senza fiato. Ad accompagnare piccoli sfizi di tipo supplì e pizze fritte e cannoli al formaggio è stato proposto Martiena Toscana Bianco I.G.T. Martiena è un nome strettamente legato alla famiglia Dei; la strada, la villa e la vigna antistante la cantina, hanno questo nome.

Questo vino è un blend di tre uve autoctone e due internazionali. Il Martiena ha un colore paglierino vivace, con sentori complessi di frutta fresca tropicale e fiori bianchi e gialli. Ha una bella struttura tenuta da una buona mineralità. Affina tre mesi in acciaio e poi sei in bottiglia, lo si può far invecchiare fino a tre anni conservando tutte le sue prerogative.


Seduti all'elegante tavola del ristorante si è potuto degustare una piacevole nota di antipasti della cucina romana: fiore di zucca, mozzarella di bufala e alice del cantabrico; seguita da un croccante al forno di coda alla vaccinara; a questi due piatti è stato abbinato Rosa Dei 2021, anche questo un vino fortemente voluto dalla stessa Caterina. Il vitigno è Sangiovese, Dopo una pressatura soffice, il mosto viene posto in una vasca refrigerata a 6-8°C per 24-36 ore. La fermentazione avviene in acciaio inox a temperatura controllata di 14°C per 7-10 giorni. Il vino è caratterizzato da un colore rosa tenue, il suo profumo è ricco di aromi freschi, soprattutto fiori e frutti, rossi e morbidi. Acidità moderata, aromi di frutta fresca

come ciliegia, fragola, lampone e fiori d'arancio. Il vino si presenta come un’ottima espressione aromatica del varietale e con un’elevata acidità.


Al carpaccio di manzo con parmigiano e senape (ottima la qualità degli ingredienti), si è abbinato un classico delle Cantine Dei il Nobile di Montepulciano. Il Vino Nobile di Montepulciano è il vino simbolo del territorio: la perfetta esemplificazione dell’espressione che il Sangiovese prende nelle terre di Montepulciano e il primo ad aver ottenuto la denominazione DOCG in Italia. Si presenta con un colore rubino brillante, con sfumature granate all'invecchiamento. Profumo intenso con aromi di ciliegia matura, prugna e viola. Rappresenta il connubio perfetto tra struttura ed eleganza: il suo corpo pieno ed i suoi tannini vellutati sono bilanciati dalla sua bella acidità. Il vino è decisamente persistente e armonico.


La tecnica di vinificazione consiste in una pressatura soffice, una fermentazione in acciaio inox a temperatura controllata di 26-28°C e una macerazione sulle bucce per 15-20 giorni con rimontaggi. Affina per minimo 24 mesi, di cui almeno 18 in botti di rovere di Slavonia da 50 hl. Ottima la sua longevità


A seguire il Nobile non poteva che essere chiamata una Riserva e che Riserva. Per accompagnare questo vino, questa la vera dicitura, si è proposto uno Spaghetto Oliva, tipico del ristorante, una sorta di puttanesca delicata. deliziosa. Il Vino Nobile Riserva Bossona è una delle massime espressioni di questa terra. Le sue uve provengono dal vigneto omonimo, uno dei più vocati, piantato dal nonno di Caterina, Alibrando, nel 1961. Il vino diventa Riserva nel 1999, con un lungo affinamento in legno e in bottiglia. Senza dubbio è uno dei vini di punta dell’azienda, simbolo dell’eleganza e della grazia del Sangiovese a Montepulciano. Le rese sono molto basse (circa 40 quintali per ettaro) e il vino viene imbottigliato con l'etichetta di Bossona Riserva solo nelle migliori annate. Vino dalla struttura complessa, elegante ed equilibrata. Di colore rubino tendente al granato, dai profumi intensi ed eleganti, con sentori di viola, sottobosco e spezie presenta carattere di finezza, con tannini decisi e vellutati ed un finale lungo e profondo. Dopo aver selezionato accuratamente le uve nel banco di cernita segue una pressatura soffice, seguita da fermentazione in acciaio inox a temperatura controllata di 26-28°C e una macerazione sulle bucce per 28-30 giorni con rimontaggi. Affina per 36 mesi di cui almeno 20 in tonneaux, seguito da un periodo di affinamento in bottiglia.


I saporiti spaghetti del ristorante Oliva


A seguire la riserva non poteva essere presentato che qualcosa di altamente prestigioso, un vino dedicato a Glauco, papà di Caterina, il vero artefice della crescita delle Cantine Dei. Nel 2015 il vigneto da cui provengono le uve è giunto a maturità e di conseguenza, oggi sussistono tutti i requisiti per ottenere un grande vino con un lungo potenziale di invecchiamento. Colore rosso rubino intenso e profondo, il Nobile Madonna della Querce presenta un naso ampio e affascinante.

Le note varietali la fanno da padrone, con frutta rossa matura e confetture, il tutto accompagnato dal profumo speziato del legno, che rimane in sottofondo. Il legame olfattivo-gustativo è perfetto. In bocca è etereo, lungo e minerale, il tannino è di ottima fattura, denso ed elegante. Un’analisi più approfondita rivela una gradazione alcolica media e ottimi livelli di acidità e sostanze estrattive. Un vino che si distingue soprattutto per eleganza e raffinatezza. Dopo aver selezionato accuratamente le uve nel banco di cernita segue una pressatura soffice, la fermentazione avviene in acciaio inox a temperatura controllata di 26-28°C. La macerazione sulle bucce dura per 28-30 giorni, con rimontaggi. La maturazione avviene almeno 20 mesi in botte grande seguito da un periodo di affinamento in bottiglia.


Il filetto al pepe verde di Oliva


Per esaltare questo grande vino il cuoco ha compiuto un salto nel passato, un tuffo nella cucina degli anni ottanta del secolo scorso: un filetto al pepe verde di ottima esecuzione. Ottimo anche il dolce un Ovimosù frutto di una intuizione di alta pasticceria, creata per accompagnare il Vinsanto di Montepulciano Dei, in questo caso a mio modesto parere avrei preferito abbinare al Vinsanto un pecorino stagionato di Cugusi di Montepulciano, ma questa rimane una mia idea che nulla vuol togliere al vino. Frutto della tradizione di Montepulciano, il Vin Santo è un nettare dorato adatto all’invecchiamento e da degustare alla temperatura di 10-12°C. Color giallo dorato con riflessi ambrati, è di ampia gamma olfattiva con sentori di frutta candita, pasta di mandorla, miele di acacia e albicocca. In bocca è piacevolmente dolce ma bilanciato da un’ottima freschezza. Blend di malvasia bianca lunga e Grechetto.


Le uve vengono poste ad appassire su appositi graticci e dopo una soffice pigiatura il succo ricavato viene fatto fermentare molto lentamente nel periodo invernale. La maturazione avviene In caratelli per un periodo minimo di 4 anni.

Abbiamo percorso una escursione unica, magari solo a parole o nella memoria, tra i vini di una Cantina prestigiosa in una delle terre più vocate al vino che l'Italia può vantare, una esperienza che va provata nella realtà, considerando che Caterina è pronta ad accogliere il visitatore con tutta la cordialità espressa anche nei suoi vini.














Post in evidenza
Post recenti