Il Peperoncino

Era marzo del 1496 quando Cristoforo Colombo lasciava le isole del Sud America alla fine del suo secondo viaggio nel nuovo continente; il medico di bordo Diego Alvaro Chanca aveva stivato nelle navi esemplari di piante originarie di quei territori, fra queste il peperoncino. Il medico, forse convinto di trasportare un esemplare ornamentale, era sicuramente ignaro che quella pianta si sarebbe diffusa in tutto il mondo, per divenire un aromatizzante eccezionale per le ricette di tutte le cucine. Fu il medico stesso che scoprì le virtù organolettiche della pianta, probabilmente spinto dalla curiosità scientifica assaggiò quel frutto dalla forma curiosa, scoprendone il valore come spezia. Il pep

La pineta di Luciano Zazzeri

Il destino di un bambino è spesso segnato da ciò che la sua famiglia ha creato. Il destino di Luciano Zazzeri è segnato già dall'età di nove anni, quando nel 1964 la sua famiglia apre la capanna sulla spiaggia, una piccola trattoria con qualche ombrellone e poche cabine. Il luogo è favorevole, Marina di Bibbona è a quattro passi da Bolgheri, tappa fondamentale delle grandi famiglie toscane del vino, che subito cominciano a frequentare la trattoria. I giochi di luci dell'ora di pranzo, i tramonti suggestivi sono una cornice ideale per una cucina semplice e genuina, artefici le tre donne della famiglia: la mamma, la nonna e la zia. A gestire il timone dei fornelli è nonna Nella, ma la vera ar

La mia torta di pere

La forma non sarà perfetta, ma quanto è buona!. Ecco gli ingredienti per una torta di pere realizzata in un uggioso pomeriggio di pioggia, condita con un po' di febbre... Ingredienti: 3/4 pere mature 110 grammi di zucchero 250 grammi di farina 00 3 uova intere 1 bustina di lievito per dolci bio 100 grammi di burro 4 cucchiai di latte cannella in polvere q.b. ( oppure zenzero, ma con le pere preferisco la cannella) Procedimento: Scaldare il forno statico a 180 gradi Sbucciare le pere e tagliarle a fettine elasciarle riposare con un po' di succo si limone per evitare che si anneriscano. Poi sbattere le tre uova con lo zucchero, fino a formare un composto spumoso e chiaro. Aggiungere i 4 cucch

Formaggio di fossa in festa!

Novembre è il mese in cui si festeggia il Formaggio di fossa, Dop dal 2007, una delle creazioni artigianali del gusto più spettacolari e più antiche. E durante la Fiera di Sogliano al Rubicone, in provincia di Rimini, rinomata ormai a livello nazionale, è possibile conoscere e degustare anche altri prodotti tipici del Soglianese, come il Savòr, la Saba, le Teglie in argilla di Montetiffi (ideali per la cottura della piadina), miele, salumi, ecc. Il Savòr è un dolce tipico della tradizione contadina emiliano-romagnola. È un dolce mieloso scuro e di sapore molto intenso ricco di calorie, adatto ai periodi invernali, quando appunto erano necessarie per lavorare nei campi. La Saba è uno sciropp

Tartufo e Brunello, che matrimonio!

Sabato 12 novembre si inaugura a San Giovanni d’Asso la trentunesima edizione della Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi. Un appuntamento tradizionale dedicato ad uno dei Tartufi Bianchi più apprezzati d’Italia che quest’anno diventa anche il modo per festeggiare la prossima fusione fra Montalcino e San Giovanni d’Asso, visti gli esiti del referendum appena concluso nei due Comuni senesi. La Sala del Camino del Castello di San Giovanni d’Asso, infatti, ospiterà alle 17 di sabato 12 novembre, le “nozze - degustazione” fra Brunello di Montalcino e Tartufo Bianco delle Crete Senesi. Un matrimonio a cura dell’artista Francesco Burroni con Aresteatro che metterà in scena un imene

La pizza fritta e la storia

Alfonso Maffeo, proprietario del Don di Roma, e Paolo Gramaglia, chef del ristorante President di Pompei, hanno organizzato un evento davvero interessante. Nel locale Don, unico ad offrire esclusivamente pizza fritta a Roma, è stato ospite Paolo Gramaglia, che ha proposto tre diverse ricette della gustosa specialità napoletana: le proposte del cuoco di Pompei rimarranno nel menù di Don per tre mesi. Particolarmente apprezzate dal pubblico presente ieri sera nel locale di via San Francesco a Ripa, sono sicuramente proposte particolari: Paolo non ha voluto creare delle pizze gourmet, ci tiene a sottolineare che lui è chef e non pizzaiolo, ha creato delle ricette affondando la sua ricerca nella

Quaglie al croccante di guanciale e tartufo

I piatti che riguardano la cacciagione sono tipicamente autunnali; non entro qui nella diatriba sulla caccia, la mia opinione è che è sempre meglio una preda selvatica, catturata con discernimento, piuttosto che servirsi di animali allevati nei lager. Per questo motivo l'utilizzo della selvaggina in cucina deve essere molto moderato la cattura non deve essere motivo di depauperamento del patrimonio faunistico. Ingredienti per quattro 8 quaglie 16 fette sottili di guanciale 1 tartufo nero da 20 gr 300 gr di funghi chiodini 1 spicchio di aglio 50 gr di olive nere in salamoia 40 cl di olio extra vergine sale e pepe bianco Preparazione In padella verso 6 cucchiaio di olio e soffriggo l'aglio, no

Carne e fois gras: Tecnica ed estetica in un libro!

Mai come in questi periodo la presentazione di un piatto è oggetto di studi e ricerche da parte dei professionisti: sicuramente pesano mode correnti ed esigenze di mercato, ma il più delle volte si tratta di logiche conseguenze di un percorso gastronomico, ovvero, la ricerca di nuovi contenuti sfocia inevitabilmente in nuove estetiche. E' questo il caso del nuovo libro dello chef stellato Paolo Cappuccio, "Carne e Foie Gras". Tecniche di cottura e design del piatto, prima pubblicazione della nuova collana Star Chef (www.starchefbooks.com), ideata dalla giornalista e scrittrice Francesca Negri e dall’art director e graphic designer Massimiliano D’Affronto, nata per realizzare progetti editor

il "Softpower" della cucina italiana nel mondo

Non vi è dubbio che il mondo agroalimentare italiano sia un veicolo tra i più importanti per il Made in Italy nel mondo. L'anno scorso l'Expo ha rappresentato un momento significativo per divulgare il sistema Italia agroalimentare. Decine di migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo, in quella occasione, hanno potuto approfondire le proprie conoscenze sui territori e sui prodotti italiani. Oggi le istituzioni politiche principalmente interessate alla promozione dell'Italia enogastronomica e agricola, cioè il Ministero degli Affari Esteri e quello delle Politiche Agricole, hanno presentato una importante iniziativa di promozione della cucina italiana nel mondo, dove "cucina" sta a

Sua maestà il Tartufo di Acqualagna

Ad Acqualagna e i suoi dintorni mi legano mio nonno, nato a pochi chilometri di distanza e il mio bisnonno, che cercava tartufi come molti in quella zona. Mio padre mi raccontava che, anche quando si furono trasferiti a Bologna, a novembre arrivava immancabile la "boitta" piena di tartufi da parte del nonno Ermenegildo, che profumava tutta la casa di via Saragozza...Così, parlare della 51ª Fiera Nazionale del Tartufo di Acqualagna, dal 30-31 ottobre fino al 1-5-6-12-13 novembre 2016 è un po' come parlare della storia della mia famiglia. La secolare tradizione di ricerca del Tartufo di Acqualagna, la produzione e vendita del tartufo fa sì che il suo mercato sia il luogo di incontro privilegi

Cervere: un Porro che è un tesoro!

L'autunno a prima vista appare come una stagione povera di prodotti della terra, e poco colorati... In realtà, mai come in questi mesi maturano e prendono vita prodotti agricoli preziosi, come funghi e tartufi, castagne e broccoli, zucche, cachi, melograni e porri. E proprio al Porro di Cervere DOP , in Piemonte, sono dedicate due settimane di festa e di sagre, dal 12 al 27 novembre La 37ma edizione della festa è organizzata dall’Amministrazione Comunale di Cervere in collaborazione con la Pro Loco Amici di Cervere. La Fiera infatti si svolge nel mese migliore per la raccolta, la commercializzazione e la degustazione del Porro Cervere: novembre. La Fiera è incentrata sugli appuntamenti culi

Passione cioccolato a Bologna!

Dal 16 al 20 novembre torna a Bologna la dodicesima edizione di Cioccoshow. Cinque giornate ricche di gustose iniziative che renderanno ancora più “dolce” passeggiare nel centro storico della città. Corsi, laboratori, dimostrazioni, intrattenimento e non solo… sarà possibile compiere un affascinante viaggio nelle origini del cioccolato, alla scoperta del magico processo da cui tutto ha origine: dalla tostatura delle fave di cacao alla preparazione delle tavolette finite, tanti i passaggi che grandi e piccini potranno vedere realizzati in pratica. E durante le dimostrazioni sarà possibile assaggiare gratuitamente i prodotti delle varie fasi di lavorazione. Cioccoshow è sempre stata la più im

La Trota di Rivodutri

Rivodutri è un piccolo borgo alle porte di Rieti; qui, sulle sponde del fiume, troviamo il ristorante La Trota, fondato circa alla metà del secolo scorso da Rolanda ed Emilio Serva. Allora era una semplice trattoria di campagna dove l'avventore trovava una cucina fatta di paste tirate a mano, i sughi cotti sul fuoco del camino, e la brace ospitava trote del fiume e agnelli indigeni. Oggi Sandro e Maurizio, figli dei Serva, continuano la tradizione di famiglia. La vecchia trattoria è diventata un ristorante, raffinato ed elegante, ma lineare con uno stile semplice, ambiente accogliente e riposante, i toni del bianco delle pareti fanno da cornice alle finestre, che si affacciano sul suggestivo

Assaggi di delizie a Cooking for Art

Ha aperto i battenti Cooking Fot Art; la manifestazione organizzata da Witaly alle Officine Farneto. Durante i tre giorni della kermesse gastronomica i visitatori fino a domani possono godere di una lunga serie di assaggi di prodotti di qualità, esposti nelle sale, a disposizione del pubblico i produttori, per raccontare i pregi della produzione e le loro storie. La manifestazione ospita anche le finali del concorso Chef Emergente 2016 e Pizzaiolo Emergente 2016; il concorso, creato da Luigi Cremona con Witaly che premia le migliori interpretazioni della cucina italiana espresse da giovani cuochi di tutta Italia, arrivano a questa finale, dopo aver vinto le selezioni territoriali del nord

"U viscottu" di San Martino

L’11 novembre, come è noto si celebra la festa del vescovo di Tours, vescovo cristiano del IV secolo, più conosciuto da noi come San Martino. Martino, trovandosi in una fredda giornata d’autunno, alle porte di Amiens con i suoi soldati, incontrò un mendicante seminudo. D'impulso tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con il mendicante. Miracolosamente il freddo si affievolì e comparve il sole: fu quella la prima estate di San Martino... Ma la festa del santo coincide anche con il deblocage del vino nuovo, da qui il proverbio" A San Martino ogni mosto diventa vino", con l'arrivo delle caldarroste e con l'uccisione del maiale e le sue varie lavorazioni. Tutte occasioni di fes

Civitella del Tronto e i prodotti del teramano

La provincia di Teramo è l’ultimo lembo della terra d’Abruzzo prima di sconfinare nelle Marche, ci inoltriamo in questo territorio per raggiungere Civitella del Tronto. Quando raggiungiamo la nostra destinazione, siamo rapiti dalla bellezza del luogo, l’entusiasmo che i panorami provocano nel nostro animo è indescrivibile. Nella cittadina si entra a piedi attraverso l’arco di una porta antica, subito ci troviamo sulla piazza principale del borgo. La giornata è limpida e tersa, il nostro sguardo compie una panoramica, come fosse l’obiettivo di una cinepresa, immediatamente il fiato viene a mancare. La vista trasmette al cuore emozioni intense: davanti a noi il Gran Sasso, sullo sfondo il grup

Capolavori dell'agricoltura a Cooking for Art!

Anche ques’anno Confagricoltura parteciperà a “Cooking for Art” - Finalissima Emergente 2016, l’evento organizzato da Luigi Cremona e Witaly, che si svolgerà a Roma nell’originale location di Offficine Farneto, Via Monti della Farnesina 77, il 22, 23 e 24 ottobre. L’Organizzazione degli imprenditori agricoli italiani sarà presente con un proprio spazio espositivo in cui le aziende associate proporranno ai visitatori le eccellenze del Made Italy agroalimentare. Dagli oli ai vini, dal latte ai formaggi, dai pomodori trasformati alla mozzarella, dai legumi alle birre, dalle gelatine al miele, dal pane ai gelati. Ma anche piante aromatiche e officinali. Veri e propri “Capolavori” firmati dagli

Fagotti e conchiglie di spinaci

Questa ricetta, che si può presentare sia come secondo o come antipasto, è una curiosa e gustosa alternativa al classico soufflé di spinaci. Le difficoltà sono minime e i tempi di realizzazione sono minimi, ma il risultato sarà certamente di successo presso i vostri ospiti. Ingredienti per la pasta brisé per realizzare due fagottini 200 gr di farina 00 100 gr di burro 50 ml di acqua 1 cucchiaino di sale 1 rosso di uovo Per il ripieno 600 Gr. di spinaci puliti 30 gr. di burro 40 gr. di parmigiano 4 cucchiai di besciamella sale. La besciamella 250 ml di latte 25 gr di farina 25 gr di burro sale noce moscata Preparazione La pasta In una ciotola disporre la farina con al centro il burro tagliat

MortadellaBò 2016: l'evento gourmet dell'anno!

L'appuntamento è uno di quelli che i foodlovers non possono perdere: a Piazza Maggiore, dal 20 al 23 ottobre in mostra MortadellaBò, il trionfo del salume più amato dagli italiani, la Mortadella di Bologna IGP che verrà interpretata dall’estro creativo di numerosi chef. In particolare i Romani, con la loro predilezione per la "Pizza con la mortazza" , dovrebbero farci un salto...ormai in treno ci vuole pochissimo! Le postazioni di street food, i laboratori, le foodbikes che proporranno la “rosetta della solidarietà”, la Mortadelloteca e il coinvolgimento di altre eccellenze del territorio animeranno la città con una serie di eventi per divertire e confermare un legame storico che guarda al

Post in evidenza
Cerca per Categoria
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

© 2016 by Claudio Lavacca